giovedì , Agosto 11 2022

Primarie: La disfatta di Palermo e i gemelli comunisti

All’indomani di una tornata [trombata ndr ] di elezioni primarie per la scelta dei candidati locali, il Pd si trova per l’ennesima volta a fare i conti con una pesantissima debacle. Questa volta, dopo la recente batosta di Genova 1, ad agitare i corridoi di Sant’Andrea delle Fratte è l’esito della consultazione di Palermo 2, con Rita Borsellino sconfitta da Fabrizio Ferrandelli malgrado il sostegno del segretario Pier Luigi Bersani e dell’ala sinistra della coalizione composta da Sel e Idv. Un’alleanza che, secondo il vicesegretario del Pd, Enrico Letta, rappresenta “il passato”. “I nostri elettori e militanti a Palermo ci hanno chiesto altro, un accordo di altro genere, che guardi al centro – continua Letta – E’ cambiato tutto, dopo Monti nulla è come prima. Le alleanze e il futuro si costruiscono sulle cose da fare”. Il responsabile economia  Stefano Fassina, però, frena: “Le primarie non vanno strumentalizzate e il dibattito sulla cosiddetta alleanza di Vasto è fuori luogo”.
 
Vignetta: foranastasis.over-blog.it/
Caranas (alias Carmelo Anastasio)

Check Also

Troppi “dottori” e pochi “DOTTORI”

Troppi “dottori” e pochi “DOTTORI” di Massimo Greco A coloro che hanno conseguito, in base …