lunedì , Agosto 15 2022

Amministrative 2012 provincia Enna: candidati e liste. Elettori 60.391, votanti 34.916 – 57,82%

Report Affluenza. Elezioni Amministrative del 6-7 Maggio 2012

 

7 maggio 2012 ore 15
Barrafranca 9.727 57,49
Centuripe 3.948 58,33
Nicosia 10.103 72,10
Nissoria 2.087 56,84
Regalbuto 5.105 53,86
Sperlinga 652 68,85
Villarosa 38,94
6 maggio 2012 ore 22:00
Nell’ordine:
Comune – Elettori – Votanti – % – precedente % – differenza %

Barrafranca 16.920 7.321 43,27% 46,78% -3,51%
Centuripe 6.768 2.964 43,79% 50,21% -6,42%
Nicosia 14.012 7.342 52,40% 56,98% -4,59%
Nissoria 3.672 1.539 41,91% 46,04% -4,13%
Regalbuto 9.479 3.932 41,48% 45,39% -3,91%
Sperlinga 947 549 57,97% 62,11% -4,14%
Villarosa 8.593 2.442 28,42% 33,47% -5,05%

Totale 60.391 26.089 43,20% –

ore 19:
Barrafranca (27,37%, 25,65%), Centuripe (31,66%, 35,45%), Nicosia (35,18%, 37,34%), Nissoria (25,30%, 25,36%), Regalbuto (30,05%, 31,34%), Sperlinga (38,86%, 41,94%) e Villarosa (17,35%, 20,33%)

ore 12:
Barrafranca (9,08%, 9,03%), Centuripe (9,77%, 12,19%), Nicosia (11,06%, 12,77%), Nissoria (7,30%, 8,76%), Regalbuto (9,00%, 9,90%), Sperlinga (12,04%, 15,69%) e Villarosa (4,88%, 6,71%).

La scheda per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale è di colore grigio. Ogni scheda elettorale reca i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, al cui fianco sono riportati i contrassegni delle liste ai quali il candidato è collegato. Si può votare un candidato alla carica di sindaco e una lista a lui collegata tracciando un segno sul rettangolo contenente il nome e cognome, prestampato, del candidato sindaco e un segno sul contrassegno di una lista a esso collegata. Si puo’ votare un candidato alla carica di sindaco e una lista collegata a diverso candidato sindaco tracciando un segno sul rettangolo del candidato sindaco prescelto e uno sul contrassegno della lista prescelta, anche se collegata a diverso candidato sindaco.
Il solo segno sul contrassegno della lista, a differenza del passato, non estende il voto al candidato sindaco collegato, al quale pertanto bisogna attribuire un voto espresso. L’elettore non deve riscrivere il nome e cognome del candidato sindaco, pena l’annullamento della scheda. Si puo’ esprimere un solo voto di preferenza per il consiglio, scrivendo nell’apposita riga, tracciata a fianco del contrassegno della lista prescelta, il cognome del candidato consigliere. In caso di due candidati con lo stesso cognome occorre aggiungere anche il nome.
Per votare, e’ necessario presentarsi al seggio con un documento di identita’ e la tessera elettorale. Chi non avesse la tessera puo’ richiederla all’ufficio elettorale del comune di residenza.
In provincia di Enna le elezioni si svolgono a turno unico.

Sono 18 i candidati a sindaco nei sette comuni dove si voterà il 6 e 7 maggio, mentre le liste dei candidati a consiglieri sono 31 con un record a Barrafranca dove le liste che sostengono i due candidati a sindaco sono undici. La sorpresa più eclatante si è verificata a Villarosa dove il candidato a sindaco, Franco Costanza, consigliere provinciale del PD, sostanzialmente si è dovuto andare a cercare un avversario nella persona di Elvira Farruggia. Avrebbe dovuto esserci un’altra candidata donna a Sperlinga, il più piccolo comune della provincia, ma la dottoressa Salamone ha preferito rinunziare, Giuseppe Matarazzo ha preferito non ripresentarsi. Sono stati tanti i sindaci che hanno rinunziato a non presentarsi. Hanno iniziato Filippo Buscemi, sindaco di Nissoria, poi è stata la volta di Gabriele Zaffora, sindaco di Villarosa per finire con Gaetano Punzi, sindaco di Regalbuto, mentre gli altri sindaci da Angelo Ferrigno a Barrafranca, Nino Biondi a Centuripe, Antonello Catania a Nicosia hanno preferito ripresentarsi all’elettorato qualunque sia stata la loro gestione in questi cinque anni. Non si parla in questa amministrative di posizioni politiche perché tutto è stato stravolto non solo con la presentazione di liste civiche per la maggior parte, ma anche con collegamenti politicamente assurdi, per cui in determinati liste si trovano assieme rappresentanti del PdL,del PD, del Mpa, di Italia dei Valori, alleanze nate soprattutto per cercare di vincere le elezioni. A Barrafranca due candidati Angelo Ferrigno, uno dei rappresentanti più autorevoli del MpA provinciale che dovrà battersi con il consigliere provinciale Salvatore Lupo, eletto consigliere nelle file dei Comunisti Italiani. Due pure i candidati a Centuripe, il sindaco uscente Nino Biondi e Giuseppe Saccone con un PD ed un MpA che sembrano essere divisi. A Nissoria Armando Glorioso ha ricevuto l’investitura dall’uscente Filippo Buscemi, si ripropone l’ex sindaco Salvatore Rinaldi, mentre una parte del Pd presenta Nunzio Buscemi. A Nicosia tre candidati l’uscente Antonello Catania, l’ex sindaco Antonino Casale, e l’ex consigliere provinciale Sergio Malfitano. A Regalbuto la rinunzia di Gaetano Punzi ha fatto scatenere quattro condidature: Angelo Cantarero, Gianni Meli, Angelo Palamito e Francesco Bivona, tutti supportati da liste civiche.

Barrafranca. Sono 192 i candidati al consiglio comunale collegati alle rispettive liste che appoggiano i due candidati a sindaco Angelo Ferrigno e Salvatore Lupo. Cinque sono le liste che appoggiano il sindaco uscente Angelo Ferrigno con il Mpa, Lista del sindaco Angelo Ferrigno, Udeu- Popolari, Sicilia in Movimento (ex partito de La Destra) e Grande Sud.
Invece sono sei le liste collegate al candidato Salvatore Lupo con la Lista del sindaco, Il vessillo del Vespro – Per Barrafranca, Movimento per la libertà barrese, Partito Democratico, il Popolo per Barrafranca e, infine Alleanza Democratica. Qualche sorpresa dell’ultimo minuto non è mancata sia da una parte che nell’altra coalizione. Il sindaco uscente Ferrigno ha designato assessori Stella Arena, Michele La Pusata, Santino Amore ed Emilio Malacasa mentre il candidato a sindaco Lupo ne ha designati soltanto due, per il momento, nelle persone di Claudio Santi Collura e Alessandra Ingala. Queste le cinque liste con i nomi dei candidati.
Lista del sindaco Angelo Ferrigno (20 candidati): Gaetano Giunta, Liborio Bonfirraro, Antonio Bilardi, Maria Letizia Corso, Laura Di Dio, Giuseppe Ferrigno, Rossella Aleo, Giuseppe Geraci, Calogero Malacasa, Alessandro Pinnisi, Giuliano Salvaggio, Laura Tambè, Riccardo Saitta, Daniele Mazza, Barbara Specioso, Giuseppe Paternò, Angelo Siciliano, Alfonso Faraci, Signorino Tropea e Isabella Bonincontro.
Lista Movimento per l’autonomia (20 candidati): Stella Arena, Salvatore Bevilacqua, Calogero Costa, Valentina Costa, Giovanni Di Dio, Alessandro Faraci, Fabrizio Ferrigno, Giunta Giuseppe, Calogero Gueli, Calogero La Mattina, Giuseppe Lanza, Vincenzo Pace, Angela Perri, Santina Piazza, Calogero Scivoli, Alessandro Tambè, Stella Faraci, Salvatore Puzzo, Luigi Tropea e Calogero Zuccalà.
Lista Udeur- Popolari (20 candidati): Ivan Salvatore Bennici, Arcangelo Bruno, Filippo Santo Amore, Rosalia Strazzanti, Alessandro Messina, Giuseppe Salvatore Sanfilippo, Salvatore Ingrascina, Anna Mingoia, Alessandro Puzzo (1975), Placida Pepe, Gaspare Spataro, Luigi Spataro, Giuseppe La Loggia, Marco Gaudio, Calogero Blasco, Natale Bettini, Ana Gruia, Giovanna Floriana Giusto, Alessandro Puzzo (1992) e Salvatore Angelo Saldigloria.
Lista Sicilia in movimento (13 candidati): Fabio Mario Astorina, Danilo Giuseppe Balsamo, antonino Bevilacqua, Salvatore Bevilacqua (detto Salvo), Giacomo Bonaffini, Angelo Ciulla, Luca Faraci, Francesco Lucio Gargano, Luigi La Rocca, Anna Maria Leone, Aldo Li Volsi, Filippa Paternò e Michele Russo.
Lista Grande Sud (19 candidati): Aldo Bonfirraro, Raimondo Giuseppe Bonincontro, Giuseppe Chiarandà, Calogero Crapanzano, Salvatore Cumia, Luigi Ferrigno, Alessandro Lanza, Michele La Pusata, Lucia Marchì, Maria Stella Marchì, Calogero Nicolosi, Salvatore Nicolosi, Vincenzo Piombino, Concettina Pisano, Lorena Puzzo, Antonino Toscano, Rosaria Tummino e Danilo Giambra.
Lista del sindaco – Salvatore Lupo (15 candidati): Filippo Aleo, Maria Avola, Maurizio Avola, Maria Stella Barbagallo, Bruna Bonfirraro, Salvatore Bonincontro, Biagio Cascio (Indipendente), Gaetano Costa, Angelina Cucchiara, Maria Stella Cucchiara, Salvatore Flammà, Angelo La Pusata, Maria Carmen Puzzangara, Salvatore Puzzo e Liborio Tambè.
Lista Il Vessillo del Vespro – Per Barrafranca (17 candidati): Claudio Santi Collura, Sebastiano Aleo, Mariangela Amore, Marco Bevilacqua, Concetta Maria Bongiovì, Gianluca Bonura, Salvatore Crapanzano, Esmeralda Geraci, Giuseppe Giuliana, Agatino Guarneri, Salvatore Antonio Marotta, Giuseppe Perri, Alessandro Antonio Pilotta, Salvatore Salvaggio, Sonia Simonte, Stellina Stelletta, Gaetano Strazzanti.
Lista Movimento per la libertà barrese (19 candidati): Sergio Bevilacqua, Martina Costa, Anna Rosalia Faraci, Salvatore Ferreri, Enzo Ficarra, Alessandra Ingala (detta Sandra), Giuseppe La Rosa, Giulio Eros Mastrobuono, Eduardo Mazza, Vincenzo Milano, Angelo Paternò, Giuseppe Paternò, Antonino Patti, Mario Antonio Polizzi, Calogera Privitelli, Benita Russo, Alessandro Salvaggio, Boruccio Franco Tomasello e Angelo Tummino.
Lista Partito Democratico (20 candidati): Azanaide Sefora Aleo, Eugenio Balsamo, Enza Maria Bartoli, Liborio Bonfirraro, Alessandra Gemma Bongiovanni, Sasha Carnazzo, Marcello Ciulla, Cateno Cumia detto “Dino”, Gaetano Di Dio, Angelo Ferrigno, Giuseppe Flammà detto “Pino”, Salvatore Gentile, Barbara Ligotti, Salvatore Mancuso, Cateno Antonio Mattina, Salvatore Puzzo, Maria Randazzo, Walter Strazzanti, Maria Tirendi e Giuseppe Vetriolo.
Lista Il popolo per Barrafranca (17 candidati): Enrico Aleo, Gino Barbagallo, Katia Barresi, Angelo Costa, Luca Cumia, Liborio Cumia, Maria Ingala, Giuseppe Lanza, Giuseppe Lo Monaco, Agata Marchì, Grazia Maria Marzà, Ylenia Milazzo, Gianluca Nicoletti, Sara Ilaria Paternò, Giovanni Patti, Angelo Marco Pisano e Gianni Prestifilippo Cirombolo.
Lista Alleanza democratica per Barrafranca: (15 candidati) Andrea Aleo, Alfio Baglio, Sebastiano Bongiovanni, Dalila Bonincontro, Cinzia Brugnone, Roberto Crapanzano, Grazia Cucchiara, Calogero Di Gloria, Giancarlo Geraci, Luigi La Loggia, Santina Lima, Vincenzo Parisi, Benedetto Russo, Salvatore Tropea e Salvatore Spataro. Le elezioni si svolgeranno tra meno di un mese e gli orari delle operazioni di voto per le elezioni del sindaco e del consiglio comunale si svolgeranno, in occasione del primo turno di votazione, dalle ore 8 alle ore 22 di domenica 6 maggio e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì 7 maggio.

Centuripe. Due liste civiche si confronteranno a Centuripe nelle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio. Sono le liste civiche “Centuripe in movimento – sulla via per la democrazia -Giuseppe Saccone sindaco” che sostiene, appunto, il candidato a sindaco, Giuseppe Saccone, funzionario del Comune, e la lista cittadina “LiberaMente- insieme si può -Antonino Biondi sindaco” con candidato, appunto, il sindaco uscente, Antonino Biondi, funzionario alla Procura di Catania. Non è stata ufficializzata invece la terza lista, fino ad ieri certa di scendere in campo nell’agone politico centuripino, capeggiata dal prof. Antonino Biondi, ex vicesindaco in passate amministrazioni comunali. La lista “Centuripe in movimento” è sostenuta da “Primavera democratica”, rappresentata dell’on. Elio Galvagno, da Fil e da varie associazioni e circoli politico-culturali, mentre la lista cittadina “LiberaMente- Antonino Biondi sindaco” è supportata da Pd, Pdl, Mpa e dal circolo “Luigi Sturzo” e da alcune associazioni politico-culturali attivi nella città. Entrambe le due liste hanno abbandonato i vecchi schemi, andando oltre i partiti, progettando ciascuna di unire, attorno al proprio candidato a sindaco, un insieme di forze progressiste e moderate che condividono un’idea politica comune per far fronte, con risposte concrete, al disagio dei giovani come alle difficoltà degli anziani e puntare al rinnovamento del paese.
I quindici candidati aspiranti alla carica di consigliere comunale sono:
Per la lista cittadina “LiberaMente – Antonino Biondi sindaco”: Maria Giusi Cannio, Grazia Lo Presti, Pasquale Bonomo detto Pascal, Vita Maria Chiara, Nicolò Longhitano, Antonina Costanzo Zammataro, Antonio Gagliardo, Sara Luca, Antonio Maita, Salvatore Chiechio detto Rizzo, Armando Donsì, Claudio Testa, Angelo Rapisarda, Nicolò Romano detto Nicola e Mario Di Leo, mentre gli assessori designati sono: Grazia Lo Presti e Armando Donsì.
Per la lista “Centuripe in movimento – Giuseppe Saccone sindaco” sono: Elino Adamo, Prospero Bonanno, Salvatore Giuseppe Sanfilippo, Prospero Calì, Giuseppe Castiglione, Prospero Crimi, Giulia De Maria, Lucia Di Primo, Rosario Fichera, Giuseppina Gemma, Antonella Giordana La Spina detta Giordana, Sibilla Pappalardo, Prospero Roccella, Giuseppe Russo e Luca Sinito; mentre gli assessori designati sono:Rino Paladino e Elino Adamo.
Le due coalizioni devono fare i conti con il nuovo sistema elettorale che interessa i comuni al di sotto di 15 mila abitanti.

Nicosia. Corsa a tre per la carica di sindaco con schieramenti politici che contro tutte le previsioni di poche settimane fa, quando i partiti sembravano destinati a spaccarsi sul candidato da sostenere, si sono definiti. Il sindaco uscente Antonello Catania, ultimo ad ufficializzare la sua candidatura ha il sostegno della stessa coalizione che nel 2007 lo ha visto vincitore. Gli assessori indicati da Catania sono due “uscenti” Alberto Murè e Melo Lizzo che rispettivamente hanno coperto le deleghe ai Lavori pubblici e al Bilancio e finanze.
Tre le liste a sostengo di Catania che sono espressione dei partiti della coalizione. Lista Pd: Nabor Potenza, Maria Giuseppa Aversa, Mario Battaglia, Domenico Bonfiglio, Antonino Contino, Daniele Di Basilio, Antonio Gagliano, Bartolomeo Gentile, Maria Carmela Giuliano, Lidia Messina, Giuseppe Picone, Michele Pittera, Giuseppe Pirrello, Francesco Raffaele (1978), Santo Romano (1975), Domenico Scavuzzo, Gaetano Spallina detto “Tanino”, Mariangela Trombetta, Salvatore Vega, Mariantonia Vitale detta “Maria Antonia”. Lista “Primavera democratica” Luigi Salvatore Bonelli, Rosa Billone, Maria Carmela Biondo, Claudia Bruno, Franco Buzzone, Salvatore Catania, Francesco Cipresso, Giacomo Consentino, Dario Frasconà, Carmelo Lizzo detto Melo, Andrea Marando, Carmelo Onesta, Santo Rizzone, Maria Scavuzzo. Lista Riformisti per Nicosia: Bonelli Giuseppe, Francesca Buzzone, Pasquale Calandra Sebastianella, Concetta Cammina, Calogero Ciotta, Cataldo Domina, Massimiliano Garigliano, Marilena Lo Presti, Filippo Romano, Giacomo Scauzzo Taragnino, Giuseppe Trombetta, Ignazio Ugliarolo Antonietta Vitale, Salvatore Vitale.
Il candidato Antonio Casale, primario di cardiologia all’ospedale Basilotta, ha indicato come assessori designato Arianna Zito e Agata Campo, entrambe avvocati.
La lista che lo sostiene ed è espressione del suo movimento civico candida al consiglio comunale: Sebastiano Barbagallo, Santino Barbera, Fabrizio Bruno, Michele Caldareri, Maria Campione, Luigina Castrogiovanni, Michela Cavaleri, Carmela D’Alio, Michele D’Alio, Maria Di Costa, Mario Di Pasquale, Lucia Fascetto Sivillo, Antonino Fiscella, Erica La Greca, Michele Lo Dico, Nicolò Lo Presti, Carmelo Projetto, Tiziana Pugliese, Salvatore Ripollino, Vincenzo Tomaselli.
La seconda lista a sostegno di Casale, “Il popolo e la Città” espressione del Pdl, presenta come candidati al consiglio: Massimo Bello, Graziano Bruno, Luisa Cacciato Insilla, Giuseppe Cantali, Giuseppe Mario Castello, Filippo Giacobbe, Cristina Giangrasso, Francesco La Giglia, Enza La Greca, Saverio Maria Leanza, Graziano Li Volsi, Maria Picone, Salvatore Randisi, Carmelo Rosignolo, Giuseppe Scaminaci Giulio, Celestino Scarentino, Letizia Scellato, Aldo Tumminaro, Raffaele Vicari, Ferdinando Zappia.
Infine la lista “Nicosia Autonoma” espressione del Mpa presenta per il consiglio: Filippo Spalletta, Elisabetta Barbieri, Patrizia Calandra Checco, Francesco De Luca, Roberto Di Sano, Lorenzo Giulio, Maurizio Leone, Gioacchino Li Volsi, Mariano Maggio, Santo Maggio, Picone Silvana, Epifanio Proetto, Alfio Ragusa, Nicolina Schillaci, Marcello Turco.
Terzo candidato, che è stato il primo ad ufficializzare la candidatura già nel dicembre 2011, è Sergio Malfitano, farmacista ex consigliere provinciale, sostenuto da Una lista civica dell’Udc e da un lista unitaria di Grande Sud e del movimento civico “Partecipare per cambiare”.
Gli assessori designati sono Enza Tomasi e Carmelo Amoruso. Lista dell’Udc: Antonino Maiuzzo, Carmelo Amoruso, Luca Battaglia, Giuseppe Blasco, Pamela Cacciato, Francesco Catrini, Teresa D’Amico, Giovanni detto Salvatore, Antonino Mancuso, Monica Maugeri, Alessandra Pagana, Filippa Palatteri, Antonino Projetto, Luana Scannella, Andrea Ugliarolo.
La lista del candidato Malfitano per il consiglio comunale candida: Salvatore Pidone, Francesco Di Grazia detto “Ciccio”, Antonino Di Piazza detto “Nino”, Giacomo Gullotta, Vincenza Tomasi detta “Enza”, Carmelo Dongarrà detto “Melo” Maria Rosa Mannino detta “Mariuccia”, Felice Fiscella, Vincenzo Bonina detto “Enzo”, Domenica Monsignore detta “Mimma”, Salvatore Rizzo, Grazia Trovato detta “Graziella”, Venerino Graziano, Antonino Gentile detto “Nino”, Antonino Mancuso Fuoco detto “Nino”, Antonino Campione detto “Nino”, Mariano gagliano, Michele Raspanti, Paolo Filippo Raspanti, Aurora Catalano.
Lista Grande Sud – Partecipare per cambiare: Andrea Farinella, Salvatore Balsamello, Vincenzo Basilotta, Fabio Battiato, Filippo Cipolla, Lucia D’Amico, Maria Grazia Duca, Michela Di Napoli, Mario Di Pasquale, Adriano Giangrasso, Alessio Marino, Luigia Occhipinti, Concetta Projetto, Mario Scinardi, Alessandro Sgrò, Luca Tiziano.

Il 6 e 7 maggio si vota anche per il rinnovo dei consigli circoscrizionali e al voto sono chiamati i residenti della frazione Villadoro, dove questa consultazione è sempre stata particolarmente sentita. Sono tre i candidati alla presidenza del consiglio circoscrizionale, e 4 le liste. Il consiglio ha un ruolo consultivo per l’amministrazione centrale.
Questi i candidati alla presidenza e al ruolo di consigliere. Il candidato presidente Domenico Capra è sostenuto da due liste collegate. Lista Pd, con i candidati al consiglio che sono Michele Capra, Salvatore Felice D’Amico, Alessandro Domante, Maria Leonarda Ferraro, Maria Carmela Sauro, Santo Scavuzzo. L’altra lista collegata a Capra è quella di Grande Sud e Partecipare per cambiare che candida: Konsuelo Spallina, Pietro Luca Spallina, Giuseppa Rita Spallina, Maria Grazia Duca, Nicola Mancuso Tradenta. Il secondo candidato alla presidenza del consiglio di frazione è Luciano Ciotta sostenuto dalla lista a lui collegata “I riformisti per Nicosia” espressa dai socialisti riformisti con i candidati: Luciano Ciotta, Giandomenica D’Angelo Pizzolo, Cataldo Domina, Antonello Lo Dico, Andrea Marando, Antonello Naselli, Maria Sarrica, Giacomo Taragnino Scauzzo. Terzo candidato alla presidenza è Giovanni Teodoro Farinella al quale è collegata la lista “Il popolo e la Città”, espressione del Pdl, che candida al consiglio Marilena Tumminaro, Giuseppe Pampalone, Alda Ferrara, Sara Naselli, Calogero Di Chiara, Rosario Cusimano, Celestino Scarentino.

Nissoria. Tre candidati alla carica di sindaco con una lista ciascuno. A sorpresa la terza candidatura che, comunque era nell’aria. Ci riprova l’ex sindaco Salvatore Rinaldi sostenuto dalla lista “Nissoria c’è – Rinaldi sindaco”. Gli assessori designati sono Gianluigi Gervasi e Samantha Pergola. I candidati al consiglio comunale che sostengono Rinaldi sono: Franca Alaimo, Salvatore Arredi, Antonina Censabella, Angela Delini, Andrea Di Marco, Luana Luciana Di Marco, Angelo D’Oro, Gianluigi Gervasi, Daniele Giammello, Nunzia Rondinella, Francesca Scardino, Alessandro Signorelli, Santo Spitale, Gaetano Valenti, Grazia Vicino.
Il candidato Nunzio Buscemi, avvocato, è sostenuto dalla lista “Sviluppo & legalità per Nissoria – Uniti per cambiare Buscemi Nunzio sindaco”. Buscemi ha deciso di indicare subito 3 degli assessori che comporranno la sua giunta in caso di vittoria, per un fatto che lo stesso candidato ha definito “di chiarezza verso gli elettori”, benché la legge elettorale impone di indicarne due: gli assessori designati sono Angelo Marrano, Francesco Ciaramidaro, Rosalia Manno. Candidati al consiglio comunale della lista a sostegno di Buscemi: Giuseppe Arena, Filippo Calabrese, Giuseppe Calderone, Francesca Castellana, Francesco Ciaramidaro, Alessandra Crapanzano, Antonino Emanuele La Delfa, Rosalia Manno, Angelo Marrano, Federica Muratore, Orazio Pastaro, Tommaso Rotondo Cocco, Filippo Sauro, Orazio Verdoni, Mariagrazia Vicario.
Il terzo candidato è il vicesindaco uscente Armando Glorioso, sostenuto dalla lista “Fare per Nissoria – Glorioso sindaco”, ha designato come assessori Costanza Altavilla e Valeria Musumeci. I candidati al consiglio comunale sono: Salvatore Agozzino, Grazia Algerì, Costanza Altavilla, Salvatore Altavilla, Gaetano Baja, Angelo Bannò, Anna Maria Bannò, Anna Maria Calì, Rosario Colianni detto Colaianni, Silvio Fantino, Paolo Lipari, Marcello Milazzotto, Valeria Musumeci, Rosario Patti, Ottaviano Russo Scaminaci. Corsa a tre, quindi, con la campagna elettorale che è entrata ora nel vivo, anche se da settimane i comitati elettorali sono a lavoro per chiudere gli accordi con i diversi movimenti e partiti, che comunque non compaiono con i simboli in nessuna lista che esprimo effettivamente candidati di varie provenienze.

Regalbuto. Sono 4 i concorrenti alla poltrona di primo cittadino, nella città del lago Pozzillo, dove il sindaco uscente Gaetano Punzi, ha deciso di non ricandidarsi. Ogni candidato è sostenuto da una lista civica espressione di diverse realtà politiche che si sono aggregate anche al di fuori degli schieramenti classici.
Il candidato Angelo Palamito, corre sostenuto dalla lista “Regalbuto bene comune”. Palamito ha scelto di indicare tutti e 4 gli assessori che comporranno la sua giunta in caso di vittoria elettorale. Si tratta di Rosario Calcerano, Salvatore Marraro, Rosa Anna Mascali e Damiana Fiscella. I candidati al consiglio comunale sono: Salvatore Roccella, Giuseppe Privitera, Lina Lo Iacono, Maria Luisa Intraguglielmo, Salvatore Marraro, Gaetano Principato, Selena Ingrassia, Anna Rosa Mascali, Carmelo Tempio, Clara Marletta, Stefano La Bruna, Rosario Calcerano, Santo Cantali, Michelangelo Pirri, Salvatore Truglio.
Con la lista “Uniti Per Regalbuto – Cantarero Sindaco”, corre per la poltrona di primo cittadino Angelo Cantarero, che ha indicato come assessori designati Giuliana Piemonte e Santina Todaro. I candidati al consiglio comunale della lista di appoggio a Cantarero sono: Beninati Mariano detto “Milano”, Beninati Mariano detto “Vito”, Carambia Vincenzo, Maria Andrea, Censabella Valentina, Foraci Laura, Lo Cicero Nicola, Meli Giuseppe, Nasca Federico, Proiti Monica, Randazzo Carmela detta “Lina”, Riccobene Melania, Sassano Giuseppe Maria detto “Lello”, Savarino Angela, Trovato Giuseppa detta “Pina”, Trovato Giuseppe detto “Pippo”.
Il candidato sindaco Francesco Bivona è sostenuto dalla lista civica “Guardiamo al Futuro – Bivona sindaco”. Anche Bivona ha scelto di indicare in prima battuta i 4 assessori designati che sono Angelo Plumari, Teresa Perra, Domenico Romano e Giuseppe Monteleone. I candidati al consiglio comunale sono: Blasco Giuseppina Maria detta “Giusi”, Cardaci Salvatore detto “Salvo”, Cardaci Vito Luigi detto “Dottore”, Corrente Salvatore, Grifò Giuseppe, L’Episcopo Vito detto “Crai”, Longo Giuseppe detto “Billy”, Maida Vito, Manoli Nicola detto “Nico”, Meli Calogero detto “Maestro”, Missorici Santina detta “Maccarrone”, Perna Antonino detto “Antonio”, Romano Domenico detto “Mimmo”, Smirne Miletti Pierina detta “Piera”, Zitelli Roberta.
Il quarto candidato a sindaco è Gianni Meli, sostenuto dalla lista “Gianni Meli sindaco”, che ha indicato quali assessori designati Giuseppe Saccone e Giuseppe Sarra. I candidati al consiglio comunale sono: Costa Salvatore, Rottino Vito, Vitale Agostino, Venticinque Salvino, Manoli Eloisa, Stancanelli Vincenzo, Romano Maria Carmela, Raspante Umberto Luigi, Cristaldi Giuseppe, Gagliano Salvatore, Trovato Francesca, Carosia Elisabetta, Picardi Maria Concetta, Spampinato Salvatore, Mangione Francesco.

Sperlinga. Quella che sarebbe stata la prima donna a concorrere per la poltrona di sindaco ha ritirato la candidatura dopo un accorso raggiunto tra due gruppi che si rifanno al centrosinistra che rischiava di correre spaccato. Due candidati quindi, ciascuno con una lista di sostegno. Saverio Di Marco, medico veterinario in servizio all’Asp di Enna, espresso dall’amministrazione uscente dopo la decisione di Pino Matarazzo di non ricandidarsi, è sostenuto dalla lista «Vivere Sperlinga» e ha indicato quali assessori designati Giuseppe Mirenda e Simone Guglielmo. I candidati al consiglio comunale sono: Felice Castello, Rossella Cuccì, Epifanio Emanuele, Emanuele Guglielmo, Simone Gugliemo, Giusy Leone, Claudia Li Calzi, Elisabetta Manno, Giuseppe Mirenda, Giovanna Passamonte, Lucia Rita Schillaci, Leonardo Tirrito.
L’altro candidato è Giuseppe Di Marco, ingegnere sostenuto dalla lista «Rinnovarsi per Sperlinga», che ha indicato quali assessori Maria Grazia Salamone, e Santina Sarra. La Salamone, dopo avere rinunciato alla candidatura a sindaco, in caso di vittoria elettorale entrerebbe in giunta quasi sicuramente con la carica di vicesindaco. I candidati al consiglio comunale sono: Michele Lo Bianco, Maria Grazia Salamone, Michele D’Accurso, Santina Venezia, Nicoletta scardino, Mario Salvatore Castello, Salvatore Antonino Castiglia, Arianna Rovello, Sigismundo Mannino, Alessandro Salvo, Luca Costantino. La liste di Saverio Di Marco è sostenuta dal Mpa e da altre forze politiche e sociali, mentre quella del giovane ingegnere Giuseppe Di marco ha l’appoggio dell’Idv, del Pd e di parte del Pdl, anche se nel piccolo Comune, dove storicamente si corre alle amministrative con liste civiche non si hanno schieramenti politici definiti.

Villarosa. A contendere la poltrona più alta di Palazzo di città all’ex sindaco Franco Costanza sarà l’avvocatessa Elvira Ferruggia, 38 anni, di Agira, una figlia, sposata con l’infermiere professionale, il villarosano Giuseppe Allegra. La prima lista «Oltre i partiti – Io ci sto – Costanza sindaco» è composta da 15 aspiranti consiglieri comunali e sono, in ordine alfabetico: Abbate Maurizio, Bruno Salvatore, Calabrese Angelo, Cassaro Michelangelo, Cipriano Sabina Ileana, Cucci Giuseppa, D’Alù Enrico Luciano, Ferrazzano Raffaele, Gioia Mirko, Ippolito Giuseppe, Irvicella Maria Elena, Lavalle Calogero, Lunetta Cateno detto Tino, Meli Lorenzo e Rapè Katya. Assessori designati Crupi Francesco e Turrisi Giovanni.
Nella seconda lista «Con voi per Villarosa e Villapriolo» ci sono 12 aspiranti consiglieri: Arancio Paola, Cantaro Rosario Filippo detto Sasà, Curatolo Calogero, Ferruggia Elvira, Fiandaca Salvatore, Giannone Giovanni, La Monaca Giovanni, Lociuro Nicolò, Lombardo Giacomo, Puglisi Giovanni, Zangara Silvia e Velardi Maria Rita. Assessori designati Arancio Paola e Zangara Silvia. Dunque, due liste civiche dove è rappresentato tutto il mondo politico villarosano e tutte le sensibilità e le intelligenze che ci sono nella realtà locale. «Sono soddisfatto – commenta Costanza -. Finalmente siamo arrivati al fatidico giorno per la presentazione delle liste; c’è stato un travaglio enorme per mettere a punto bene la lista e siamo pronti per lavorare per la nostra comunità». Come si ricorderà, alla lista di Franco Costanza hanno aderito Pd, Fli, Mpa, Pdl e La Destra. «E’ la mia prima esperienza in una competizione elettorale – dice invece Elvira Ferruggia -. Mi sono candidata perché mi rendo conto che comunque il paese deve essere gestito e governato. Sono contenta di capeggiare una lista di giovani legati al territorio che guardano con grande interesse la politica e l’attività amministrativa del loro paese. Niente promesse dunque, ma un percorso comune di cose concrete per costruire un orizzonte nuovo per la nostra comunità. Un percorso che vogliamo costruire giorno dopo giorno, pezzo dopo pezzo, ma con una visione precisa sul futuro».

Check Also

Amministrative 2022: Villarosa, Sindaco Costanza 63,05% affluenza 33,66%

Elezioni amministrative del 12 giugno: Comune di Villarosa (presentate n.2 liste): Report Affluenza: Villarosa 33,66% …