venerdì , Settembre 24 2021

Multe: chi paga entro 5 giorni risparmia il 30%, ma attenti ai calcoli

Entra in vigore oggi lo “sconto” a chi paga le contravvenzioni al codice della strada entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica – Escluse le infrazioni che comportano la confisca del veicolo o la sospensione della patente – Ma sui divieti di sosta i conti non tornano.
Lo sconto si applica, in linea generale, a tutte le sanzioni previste dal Codice della strada. Ma con delle eccezioni. Sono infatti escluse dal pagamento ridotto tutte le infrazioni che comportano la confisca del veicolo o la sanzione accessoria della sospensione della patente.
Per godere dello sconto del 30% sarà necessario, oltre al rispetto del termine di 5 giorni per effettuare il pagamento, calcolare correttamente l’importo da versare. La riduzione va applicata solo all’ammontare della sanzione prevista dal codice della strada, mentre restano escluse le spese di notifica che andranno, quindi, pagate per intero.
La multa scontata dovrà essere corrisposta per intero, nel suo ammontare esatto al centesimo senza arrotondamento. Gli errori di calcolo, d’altra parte, costano carissimo: perdita del diritto non solo allo sconto del 30% ma anche al pagamento della sanzione in misura ridotta, quella cioè che andrebbe corrisposto entro 60 giorni dalla notifica, con conseguente ricarico di spese e interessi.
Per i divieti di sosta il pagamento entro cinque giorni comporta una riduzione da 41 a 28,70 euro. Dubbi anche sulla scelta di includere il mancato uso del seggiolino per i bambini nell’elenco delle sanzioni scontate.

Check Also

La Lega di governo vuol limitare i danni del suo segretario Salvini

La Lega, una partito di lotta e di governo? Lo fanno pensare le prese di …