venerdì , Settembre 24 2021

Turi Marionetta in scena al teatro città Vitaliano Brancati di Catania

Turi MarionettaTuri Marionetta sarà in scena al Teatro della Città Vitaliano Brancati di Catania il 19 e il 20 dicembre 2013 per la rassegna “Nuovi Percorsi”, e al Teatro di Messina Vittorio Emanuele presso la Sala Laudamo il 22 dicembre 2013 per la rassegna di opere prime “La Prima Volta”.

Il monologo Turi Marionetta a debuttato il 21 novembre del 2009 e da allora è stato rappresentato in Italia ed in Canada, infatti nel novembre del 2011 l’università di Bishop’s dopo aver fatto svolgere un lavoro di traduzione del testo ai suoi studenti, ha finanziato il viaggio e la messa in scena dello spettacolo.

Uno spettacolo incantevole e intenso, che restituisce allo spettatore suggestioni lontane. Un racconto affascinante su una storia che ci appartiene, fatta di marionette, pupi, pupari e cantastorie.

Utilizzando anche la tecnica del “Cuntu” e del teatro delle Ombre, Savi Manna si cimenta nel ruolo di un arzillo anziano e ripercorre tutta la storia delle marionette, partendo dalla preistoria sino ai giorni d’oggi, immergendo lo spettatore in un passato dal sapore di favola o leggenda, lontano e ricco di visioni ed imprese eroiche. II testo, alternando l’italiano accademico al siciliano, rende lode alla molteplicità dei registri linguistici del dialetto catanese.

“Nel febbraio del 2003 finivo il mio periodo universitario con la tesi (Per una storia sociale delle marionette). Anziché sentirmi leggero ed appagato, ho subito avvertito un vuoto, un senso di smarrimento che mi accompagnò per un lungo periodo. Inconsciamente non accettavo il depauperamento di tutto quel sapere su quel mondo così magico, ma reale dei “pupazza ch’e fila”.

Nell’inverno del 2009 iniziai ad abbozzare qualcosa su un professore universitario imbranato ma esperto di marionette, la storia però non mi convinceva affatto.

La notte del 21 marzo 2009 già sotto le lenzuola e pronto per addormentarmi, ebbi una visione, mi vidi nonno, mi destai e di getto scrissi in una sola notte Turi Marionetta.

Iniziò così un inesorabile e progressivo lavoro quotidiano sul personaggio del nonno, partendo dalla sua postura, per arrivare al suo timbro di voce e soffermandomi soprattutto sulla sua umanità.

In tutto questo mio meticoloso lavoro, mi accorgevo ahimé, di “tre piccoli passaggi bui” nella drammaturgia di Turi Marionetta.

Nel mese di settembre mi convinsi di confidare le mie “tre perplessità” al Maestro, il noto drammaturgo, regista ed attore catanese Carmelo Vassallo, ed andai a trovarlo a Milano. Per superare questi “ tre ruppi” il Maestro mi portò ad un bivio. Lui dettava ed io scrivevo, e in attimo avremmo risolto l’inghippo, oppure, mi spiegava come fare e lo risolvevo da solo, scelsi questa ultima strada, impiegai quasi un mese.

Ritornai a Catania con una drammaturgia perfetta e con il dono più prezioso mai ricevuto: la conoscenza del personalissimo metodo di scrittura teatrale del Maestro Carmelo Vassallo.

Purtroppo il Maestro è passato troppo presto a miglior vita e non ha neanche mai visto rappresentato Turi Marionetta; in cuor mio tutte le volte prima di entrare in scena, me lo immagino sempre in prima fila a guardarsi lo spettacolo”.

Check Also

Taormina, la perla dello Ionio: immagine del tramonto

La costa di Giardini Naxos vista dall’alto può far compiere un salto nella storia e …