giovedì , Settembre 23 2021

Comune di Graniti

Logo GranitiIl paese si trova ad un’altitudine di 300 metri sul livello del mare, dista circa 15 chilometri dal mare e 3 chilometri dalla Strada Statale 185 di Sella Mandrazzi. Sorge nella valle del torrente Petrolo, affluente di sinistra del fiume Alcantara.

Cenni Storici

Il nome di Casali dei Graniti; citato in un diploma del 1117. Si parla ancora del feudo di Graniti nel 1356 quando fu acquistato dal nobile messinese Giovanni Mangiavacca.

Il paese nasce nel seicento attorno ad un casale voluto dal conte di Taormina dell’epoca, ma ha il suo maggiore sviluppo nell’ottecento.

Il nucleo piu’ antico dell’abitato fu costruito in contrada Roccachiacchiera, dove vi sono ancor oggi case con stipiti in pietra scolpita a mano risalenti ai primi anni del XVIII secolo.

Luoghi d’interesse

granitiNell’abitato vi sono tre chiese: la principale e’ dedicata a San Basilio Magno, un’altra a San Sebastiano, patrono del paese che si festeggia la prima domenica di agosto, e una terza che e’ collegata ad un convento di suore francescane dedicata a San Giuseppe.

Le frazioni

Fejo, Finaita, Musciano’ e Postoleone. Nella frazioni sono presenti attivita’ di ristorazione e agriturismo.

A Musciano’ e’presente una grotta luogo di una pretesa apparizione dell’immagine della Madonna ad una devota locale e nei pressi e’stata realizzata dapprima una cappella e successivamente una chiesetta ad essa dedicata.

Economia

L’economia e’ basata sull’agricoltura. Si producono vino, formaggi, olive, castagne, mandorle, pesche, ciliegie, mandarini, arance, limoni

Curiosità

La scena del funerale all’inizio del film “Il padrino – Parte II” (The Godfather Part II) venne girato nel torrente (Petrolo) all’inizio del paese.

La Pineta

graniti2graniti5La Pineta di Graniti è un bosco non naturale di pino domestico (Pinus pinea), Pino marittimo (Pinus pinaster) e Pino d’Aleppo (Pinus halepensis). Alle quote più alte si continua in vari lembi di cerrete. La sua estensione è di circa 34 ettari.

Nasce da un intervento di contenimento a seguito di un’imponente frana che si abbatte su Graniti nel 1880. La messa a dimora dei pini sulle alture soprastanti e sul materiale franato fu completata nelgraniti4 1890. La Pineta nel 1950 è stata acquisita dall’amministrazione comunale, che ne ha fatto un parco suburbano.

Il Comune di Graniti con il progetto “Adottiamo un albero 2006”, ha inteso sensibilizzare la popolazione granitese, attraverso i bambini della scuola elementare e media, alla protezione, conservazione e salvaguardia della Pineta.

Piantando un albero, ogni bambino diventerà responsabile della sua crescita e contribuirà concretamente al miglioramento della Pineta, e nel contempo anche della qualità dell’ambiente e del paesaggio.

Fonte:  www.comune.graniti.me.it

Check Also

Messina: i lavori di scavo restituiscono sette tombe di una necropoli del II secolo A.C.

I lavori di scavo per la realizzazione di un edificio di civile abitazione hanno portato …