venerdì , Settembre 24 2021

Francesco Buzzurro in concerto al Conservatorio Bellini di Palermo per il Contemporary Music Festival

francesco buzzurroGiovedì 26 giugno Francesco Buzzurro sarà in concerto a Palermo presso l’Atrio del Conservatorio “V. Bellini” (Via Squarcialupo, 45 – ore 21.15 – ingresso libero) in occasione del ciclo di concerti “Contemporary Music Festival: Composers and Performers”, manifestazione nata nell’ambito del progetto di cooperazione tra le istituzioni di alta formazione artistica di tutta Europa “Intensive Programme Jazz Multicultural Melody Approach”. All’interno del progetto Francesco Buzzurro terrà anche un seminario dal titolo “I fondamenti dell’improvvisazione”, rivolto a tutti gli studenti partecipanti.
Elogiato dalla critica per la sua tecnica unica, il chitarrista siciliano proporrà il concerto dal titolo “The Latin Side of Jazz”, in cui eseguirà brani di Chick Corea, Dizzy Gillespie, Gershwin e Jobim, oltre ad alcuni brani, in anteprima, tratti dal suo nuovo album “Il quinto elemento”, che uscirà il 7 ottobre. In occasione del live al Conservatorio di Palermo, dove è docente di Chitarra Jazz, l’artista suonerà la nuova chitarra “BB One”, che lui stesso ha progettato insieme al liutaio Mirko Borghino.
“Sarà una grande gioia suonare davanti a colleghi e soprattutto a studenti che mi stimano e seguono da diversi anni – spiega Francesco Buzzurro – Il mio concerto evidenzierà come la chitarra solista possa muoversi liberamente anche nell’improvvisazione jazz, miscelando elementi di flamenco, bossa nova e swing. Un perfetto esempio di come la contaminazione tra i generi sia stata importante nella storia del jazz e altrettanto vitale per la definizione del mio stile chitarristico.”
Il prossimo appuntamento con Francesco Buzzurro sarà sabato 5 luglio alle 21.30 presso Piazza Minerva a Siracusa, dove si esibirà insieme ad Antonella Ruggiero in occasione delle Feste Archimedee 2014.
Francesco Buzzurro affianca alla passione per la musica classica una profonda ricerca nell’ambito del jazz, sviluppando presto una particolare maniera d’improvvisare. Entra a far parte dell’Orchestra Jazz Siciliana e condivide il palco con “mostri sacri” del jazz. Collabora inoltre con alcuni tra i più noti esponenti della musica italiana e con l’Orchestra Sinfonica Siciliana. Chitarrista di confine e fuori dagli schemi, tiene seminari unificati per i dipartimenti di chitarra classica e jazz all’University of Southern California di Los Angeles. È autore della colonna sonora di “Io Ricordo”, docu-fiction prodotta dai fratelli Muccino. Nel 2010 viene insignito del titolo di “Ambasciatore di pace nel mondo” dall’ O.N.U. e riceve un riconoscimento dal Presidente Napolitano al Quirinale per “i sentimenti generati” dalle musiche di “Io Ricordo”.

Check Also

Il cervello a riposo? Ottimizza le proprie prestazioni future

Quando siamo a riposo, ossia nel sonno o in assenza di compiti particolari, il nostro …