mercoledì , Settembre 28 2022

Gavettoni di ipocrisia

renzi-sla gianfalcoDopo settimane di #IceBucket Challenge è ora arrivata in rete la #Secchiatadimunnizzamarcia ossia il gavettone, su nomina altrui, di lordume paesano. L’acqua gelida è servita a lavare molte coscienze indifferenti, il pattume servirà a ricordare che è dovere dei governi finanziare la ricerca medica, la manutenzione dei beni comuni, le riforme strutturali, la pubblica istruzione e cose così. Il “Comitato 16 novembre” l’associazione che raggruppa i malati di Sla in Italia, che si batte da anni contro i tagli costanti ai fondi per la non auto sufficienza, ha bocciato la moda tanto cara a tanti, Matteo in testa. Certo bello è farsi ritrarre con i capelli bagnati e il portafogli intonso e bella era l’iniziativa, ma specialmente in Italia l’iniziativa è scivolata nel baratro dei tormentoni mediatici e della demagogia e la secchiata di acqua gelida è arrivata solo ai malati e ai loro familiari che rischiano di vedersi revocare gli assegni di sostegno per alimentare gli 80 euro miracolosi, che il miracolo però non l’hanno ancora fatto.
matteo renzi slaAl paese mio intanto l’Unità si prepara a sfilare su passerelle laqualunquiane, ricordandosi certo pure degli ultimi, che sempre di più vanno alla Caritas per mangiare e vestirsi. Niente gli 80 euro il miracolo non l’hanno proprio fatto. Il miracolo lo fanno invece le associazioni che raccontando e giocando recuperano le bellezze e la memoria al sapor di fave ‘ngriddi e di camurriuse rimembranze. Nell’epoca in cui l’ibridazione fra immagine e parola è all’apoteosi e ci si indigna per l’ovvio e si emula il già emulato, Leonforte riscopre la meraviglia del sole al tramonto, fra gli archi della Granfonte e la magia delle stelle, sopra il sacrato dei Cappuccini, specie se sotto ci si sfida alla larga con i giovani dell’ associazione entroterra Leonvorte nel secondo appuntamento enogastrocivico e si ascoltano le voci dei savi dell’Università popolare, che tirano ciappedde e aggiustano le parole: non si dice tannico si dice allappuso. Allappuso fa arricciare la lingua quando lo dici, tannico nun sapi di nenti.Vero è.


Gabriella Gallo


foto vignetta: copyright gianni falcone – diarioacido: gianfalco.it

Check Also

Femminicidio di Stato

Femminicidio di Stato di Massimo Greco In una una visione contrattualistica, lo Stato si sta …