lunedì , Dicembre 5 2022

Al soprano licatese Sabrina Antona il Premio “Una voce per la lirica Natale Patti”

Sabrina Antona e prof Piero MioliPalermo-Ancora un meritato riconoscimento per una bravissima artista licatese Sabrina Antona. Il prossimo 9 febbraio sarà consegnato a Palermo, dalla Presidente dell’Associazione Kaleidos, Anna Maria Annaloro Patti, il Premio “Una voce per la lirica Natale Patti” al soprano Sabrina Antona. La serata sarà resa particolarmente interessante dalla presenza, per la prima volta a Palermo, del grande studioso di musica e particolarmente di opera lirica, Prof. Piero Mioli, docente presso il Conservatorio di Musica di Bologna, il quale terrà una breve conferenza dal titolo “Raggiante di Pallore” il melodramma italiano da Rossini a Puccini mediante Verdi ( attorno a “L’opera lirica”, Milano,Curci,2012). Lo ha reso noto il Direttore esecutivo dell’evento, Giovanni Armenio, che ha anche precisato che dopo la premiazione l’artista si esibirà in un concerto durante il quale interpreterà alcune fra le più belle romanze del panorama lirico internazionale accompagnata al pianoforte dal maestro Giuseppe Cinà e con la partecipazione straordinaria del tenore NIno Li VIgni. La cerimonia di consegna inizierà alle 20.

Sabrina Antona svolge un’intensa attività concertistica che l’ha vista impegnata tra l’altro nel ‘Requiem’ di Verdi nella cattedrale di S.Giovanni a Malta nonché in numerosi concerti per diverse associazioni concertistiche. Ha partecipato ad un concerto di gala organizzato dal Teatro Regio di Parma.

Nel 1999 viene premiata come concorrente più giovane ritenuta meritevole di riconoscimento artistico al Concorso Internazionale ‘Giuseppe Di Stefano’ con l’indicazione di “Voce importante” giudizio unanime della Commissione Giudicatrice e della Stampa specializzata presente a Trapani. Nel 2005 ha vinto il primo premio nella prima edizione del Concorso Internazionale ‘Giulio Neri’. Ha partecipato a l’Officina Laboratorio, corso di perfezionamento della Fondazione Teatro Massimo di Palermo, tenuto da vari Maestri tra i quali: Lella Cuberli, Ugo Gregoretti, Cito Maselli, Ronaldo Panerai, Ferruccio Soleri. Nel 1999 è stata scritturata nella Stagione del Luglio Musicale Trapanese nella produzione di “Turandot”.

Ha debuttato al Teatro Massimo di Palermo “I due Timidi” di Nino Rota (Mariuccia), “Lady in the Dark”, “Prove di un’opera seria” di Gnecco e “Tosca”. Ha debuttato il ruolo di Abigaille in “Nabucco” con la Fondazione Toscanini di Parma a Busseto, Siena, Novara, Ravenna, Livorno e Lucca.

Sabrina Antona da diversi anni vive a Bologna ma mantiene forte il legame con la sua città d’origine Licata e con la Sicilia e questo importante riconoscimento è la viva testimonianza. C’è molta attesa per questo evento molto prestigioso che Sabrina Antona saprà sicuramente onorare come ha sempre fatto con una sua performance. Un plauso anche alla Presidente dell’Associazione Kaleidos, Anna Maria Annaloro Patti, e al Direttore Esecutivo dell’Evento, Giovanni Armenio, per aver voluto valorizzare un’artista siciliana che ha saputo affermarsi in Italia e all’estero.

Nella foto il soprano Sabrina Antona e il professor Piero Mioli

Check Also

Componenti degli oli essenziali contro il deterioramento dei libri

Il patrimonio archivistico e librario è spesso compromesso da processi di deterioramento dei materiali cartacei, …