sabato , Ottobre 1 2022

Soffia il vento…

zedda-tsiprasVia, via i bambini, nascondeteli che sono tornati i comunisti. Esportate i danari, sigillate le proprietà che stanno arrivando i comunisti. In Spagna Podemos, in Grecia Syiriza, in Italia Renzi…ricominciamo in Spagna Podemos e in Grecia Tsipras, la Merkel è preoccupata vuoi vedere che dall’Euro dobbiamo uscire noi? Draghi aspetta fiducioso. “Parlerà con Renzi” hanno chiesto a Tsipras “Renzi chi?” avrebbe risposto lui. Un compagno… un amico dei compagni… un compagnone “ah! il pupazzo di Verdini!”. “Si, lui. Proprio lui” il rottamatore con una spiccata allergia per i lavoratori. La possibilità di una Europa della cultura e non dei banchieri, la speranza di una rinascita vera a partire dalle persone e dai giovani, la necessità di una politica delle genti parte dalla Grecia, lo spauracchio d’Europa. Europa è parola greca e la Grecia ci ha insegnato il pensiero e la parola e oggi forse ci insegna la politica. Renzi appena potrà si adeguerà per ora è impegnato coll’elezione del nuovo presidente, lo dovessero fare comunista! Poi sistemerà i giudici, poi chiederà a Berlusconi e poi forse vedrà il da farsi per gli altri. Il comunismo da noi non attecchisce tanto appena ci prova lo spaventano coi botti alle stazioni e nelle piazze. La cosa che però ha scosso l’Italia è la velocità di formazione del governo: destra e sinistra insieme (Vendola e La Russa) per lottare insieme contro la Troika dopo poche ore dall’elezione del primo ministro si è formato il governo! Da non credere discutibile ma regolare e immediato Tsipras giura laicamente l’altro sul vecchio testamento. E primo ministro come primo atto ha deposto due fiori sulla tomba delle vittime dei nazisti lavoriamo insieme per migliorarci, ma non dimetichiamo.

Gabriella Grasso

Check Also

Femminicidio di Stato

Femminicidio di Stato di Massimo Greco In una una visione contrattualistica, lo Stato si sta …