venerdì , Ottobre 7 2022

“Ennaaaa Liberaaaa….” ha gridato il popolo

Vladimiro Crisafulli, detto Mirello: a volte ritornano (Ansa)
Vladimiro Crisafulli, detto Mirello (nel riquadro PIF)

“Ennaaaaaaaaaaaaaa Liberaaaaaaaaa” ha gridato il popolo. La piazza in festa gioiva per l’inaspettato, ma non troppo. La crisi ha levato anche la prospettiva del lavoro paventato, come in altri tempi era stato. Il core business ennese è uscito di scena; la fine di un’era è giunta; l’impresentabile; l’ingombrante; il padrone; non c’è più, i servi però sono rimasti.
Gli ennesi si sono affrancati dal crisafullismo e ubbidendo al convitato di pietra si sono affidati all’ex local sinistro. I personalismi non funzionano più ora; il potere, quello vero, non ha volto, si nasconde e agisce indisturbato e il minestrone ennese è servito.
Tremi Crocetta che alea iacta est. Sarà stato Pif? Sarà stata la voglia di legalità, onestà e rinascita? Sarà stata la necessità del riscatto da tanta, troppa cattiva coscienza? Saranno stati gli indicibili accordi che col tempo scandalizzeranno i neoversisti?
E ora quelli che avevano negato, ritratto e rinnegato che faranno? Quanti avevano detto: “no che schifo” e poi “si forse” e in ultimo “certo dai” dove andranno?
Che faranno? AHHH! Disperazione! Passerà.
Il carro è grande e i posti si troveranno basta mutar la casacca che tanto il colore di fondo è sempre lo stesso. Tornate cervelli in fuga, tornate braccia strappate all’agricoltura che Enna cambia verso! D’ora innanzi lavoro, sviluppo e crescita a iosa! Pure gli scavi per il porto erano iniziati che ora anche il Mediterraneo lambirà il Monte, tanta è la gioia e anche la toponomastica si adeguerà: piazza IV Dicembre diverrà piazza della Libertà. Attenti ennesi però, che la libertà è difficile da esercitare specie quando non si è persa l’abitudine.

Gabriella Grasso



Guarda il video (clicca su foto sottostante)
[youtube]https://youtu.be/3htvr4Jk5xI[/youtube]

Check Also

Femminicidio di Stato

Femminicidio di Stato di Massimo Greco In una una visione contrattualistica, lo Stato si sta …