lunedì , Settembre 26 2022

“Teatro dei Due Mari”: In scena “L’Infinito Giacomo” di Argirò e Pambieri dedicato a Leopardi

Giuseppe PambieriSarà Giacomo Leopardi il protagonista assoluto del terzo appuntamento del festival “Teatro dei Due Mari” di Tindari, che andrà in scena domenica 2 agosto, alle 21, fra i reperti archeologici della Villa Romana di Patti. Lo spettacolo, dal titolo “L’infinito Giacomo”, con la regia di Giuseppe Argirò e la performance di Giuseppe Pambieri, racconterà in maniera inedita vizi e virtù del poeta di Recanati, ritratto attraverso le sue opere più significative. Dai canti all’epistolario, passando per lo Zibaldone e le Operette morali, emerge sulla scena il ritratto dell’artista senza tempo, ma anche quello “inusuale” di un genio precocissimo, di un adolescente inquieto, di un amante appassionato, di un uomo che ha il coraggio di guardare la realtà e accettare la verità del dolore. Assistendo al monologo di Pambieri, accompagnato dalle musiche di Mozart, Bach, Beethoven, Chopin, Rachmaninov e Dvořàk, quel che viene fuori è un’immagine del poeta diversa rispetto a quella canonica dei cliché scolastici e letterari. Ad emergere è soprattutto l’imperfezione del Genio in tutta la sua irregolarità, così come spaccati sconosciuti della sua vita quotidiana, segnata da abitudini e repulsioni mai conosciute prima, come quella al limite del parossismo per il bagno settimanale. Leopardi non amava la minestra calda e detestava lavarsi con l’acqua fredda, adorava la cucina napoletana e i libri polverosi della biblioteca paterna.
Giuseppe Argirò è attore, drammaturgo e regista teatrale, ha interpretato e diretto testi classici e contemporanei, specializzandosi nella pedagogia e nella didattica. Il suo impegno registico è spesso legato a interventi di traduzione, adattamento o riscrittura della drammaturgia classica antica e moderna. Fra i suoi lavori: la commedia goldoniana La pupilla, per la Biennale di Venezia 2007; i monologhi Odissea Penelope e Statale 106; Le fenicie di Euripide per il Magna Grecia Festival; Agamennone di Seneca per il Festival Teatro dei Due Mari.
Giuseppe Pambieri è doppiatore, regista e attore cinematografico e teatrale, ha lavorato per registi del calibro di Giorgio Strehler, Luca Rondoni e Giorgio Albertazzi. Protagonista di numerose serie televisive, ha preso parte a 14 lungometraggi, fra i quali Il deserto dei Tartari, di Valerio Zurlini, La Liceale, di Massimo Tarantini e il recente To Rome with Love di Woody Allen.

Check Also

Taormina, la perla dello Ionio: immagine del tramonto

La costa di Giardini Naxos vista dall’alto può far compiere un salto nella storia e …