lunedì , Settembre 26 2022

Annunciato il cartellone della VII edizione del Festival Belliniano

enrico castiglioneCatania, Taormina, Siracusa e Parigi: una lunga messe di eventi in quattro città, per dare respiro europeo alla settima edizione del Festival Belliniano, ideato e diretto da Enrico Castiglione, regista e scenografo ed ideatore di rassegne internazionali, come il romano Festival di Pasqua e i festival lirici di Taormina e Siracusa. Il vasto programma del Festival Belliniano 2015 si svolgerà dal 5 al 13 settembre al Teatro Antico di Taormina per poi approdare a Catania, città natale del compositore, dove si concluderà il 3 novembre.
Il Festival Belliniano è stato fondato nel 2009 da Enrico Castiglione proprio a Catania in collaborazione con la Provincia Regionale di Catania, la Regione Siciliana, il Comune di Catania, il Teatro Massimo Bellini, l’Arcivescovado e l’Università degli Studi. In tutti questi anni il festival si è consolidato non solo in Italia e in Europa, ma anche al di qua e al di là dell’Oceano, fino in Estremo Oriente, dalla storica rappresentazione di Norma nel 2009 al Teatro Romano di Catania all’edizione realizzata per il Teatro Antico di Taormina fino al trionfo riportato all’Opera di Shenzhen sempre con Norma, messa in scena per la volta in Cina.
Questa edizione del festival spazierà dall’opera ai concerti, dalla musica da camera alla danza, unendo in rete Catania, città natale di Bellini, con una meta turistica come Taormina e, da quest’anno, di nuovo Parigi, nei cui sobborghi di Puteaux il compositore morì nel 1835. In quest’ottica di apertura internazionale, il festival prenderà come di consueto l’avvio a Taormina, con il tradizionale Bellini Opera Gala del 5 settembre per poi trasferirsi a Catania con degli appuntamenti musicali, rappresentazioni, mostre e retrospettive cinematografiche, che si concluderà in Cattedrale il 3 novembre, come avviene ormai da sette anni, con il concerto lirico-corale diretto da Nunzio Schilirò, che vedrà protagonista il Coro della Cappella Musicale del Duomo.
La serata di gala, sabato 5 settembre, alle 21.30, vedrà l’esibizione del soprano Gonga Dogan (già vincitrice del Premio Bellini nell’ambito del Concorso “Marcello Giordani”), il tenore Filippo Micale, il baritono Giovanni Di Mare,
Lunedì 7 settembre, alle 21.30, sempre a Taormina, sarà la volta del recital “Bellini & Chopin: the sound of melody”, con protagonisti pianisti Roberto Carnevale e Gianfranco Pappalardo Fiumara, che interverranno insieme al rinomato tenore Roberto Cresca e al celebre soprano Maria Dragoni.
Martedì 8 settembre, alle 21.30, a Taormina, “Vivaldi e Le quattro stagioni”, i quattro concerti per violino ed orchestra verranno eseguite per la prima volta nell’ambito del Festival Belliniano. Ogni concerto si riferisce ad una delle quattro stagioni: la Primavera, l’Estate, l’Autunno e l’Inverno. Si tratta infatti di un tipico esempio di musica a programma, cioè di composizioni a carattere prettamente descrittivo. I 4 concerti grossi delle Quattro Stagioni sono accompagnati da altrettanti sonetti descrittivi, forse scritti da un poeta anonimo o forse da Vivaldi stesso.
Giovedì 10 settembre, alle 21.30, per la prima volta al Teatro Antico di Taormina, una serata di danza improntata sulla musica di Vincenzo Bellini, grazie alla compagnia Kairos e al coreografo Dario Biuso, che ha prescelto i capolavori Norma e Sonnambula, entrambi su libretto del poeta Felice Romani. Dal grande spartito presente al centro della scena, spiega Biuso, prenderanno vita i personaggi belliniani affidati ai danzatori, innescando intrecci sentimentali e spirituali, storici e religiosi. Ogni pagina sfogliata corrisponderà ad un determinato momento dell’opera e quindi della storia. Facendo scorrere i brani di Norma (“Casta Diva”, “Teneri figli”, “In mia man al fin tu sei”) verranno messi a nudo la caratteristiche dei vari ruoli ed i conflitti.

Check Also

Taormina, la perla dello Ionio: immagine del tramonto

La costa di Giardini Naxos vista dall’alto può far compiere un salto nella storia e …