giovedì , Ottobre 6 2022

Sicilia, il “nostro Rosario” manda un pizzino!!!

Pizzino fuori sacco (come comunica Rosario Crocetta)

rosario-crocettaCuj poi jiri pi terra nun vaja pi mari, soprattutto quando il mare presenta
l’instabilità dei cambi stagionali e attraversarlo presenta molte incognite. Ho
scelto di evitare la logica dell’avventura e coinvolgere tutti. Una traversata
in mare aperto e tempestoso, non mi appare opportuna, quando vi è un percorso
sicuro che può aiutare la Sicilia a uscire dalle vicende di un passato che la
perseguita. Io credo che ce la faremo. Ma mentre penso questo, penso ad un
testo tratto da Pirandello:
“La corda civile, signora. Deve sapere che abbiamo tutti come tre corde
d’orologio in testa.
La seria, la civile, la pazza. Soprattutto, dovendo vivere in società, ci
serve la civile; per cui sta qua, in mezzo alla fronte. – Ci mangeremmo tutti,
signora mia, l’un l’altro, come tanti cani arrabbiati. – Non si può. – Io mi
mangerei – per modo d’esempio – il signor Fifì. – Non si può. E che faccio
allora? Do una giratina così alla corda civile e gli vado innanzi con cera
sorridente, la mano protesa: – «Oh quanto m’è grato vedervi, caro il mio signor
Fifì!». Capisce, signora? Ma può venire il momento che le acque s’intorbidano.
E allora… allora io cerco, prima, di girare qua la corda seria, per chiarire,
rimettere le cose a posto, dare le mie ragioni, dire quattro e quattr’otto,
senza tante storie, quello che devo. Che se poi non mi riesce in nessun modo,
sferro, signora, la corda pazza, perdo la vista degli occhi e non so più quello
che faccio! »

E chi può dire che Pirandello avesse torto? Il vostro Rosario.



n.d.r.: Ci rifiutimao ad entrare nel merito di questo delirio!

Check Also

Taormina, la perla dello Ionio: immagine del tramonto

La costa di Giardini Naxos vista dall’alto può far compiere un salto nella storia e …