sabato , Ottobre 1 2022

Palermo: Per l’Efebo d’Oro quattro film al cinema De Seta

Film La teoria del tuttoPalermo. Entra nel vivo l’Efebo d’Oro, il Premio annuale che sceglie film le cui sceneggiature sono tratte da testi letterari. Il Premio, presieduto da Egle Palazzolo con la direzione artistica di Giovanni Massa, sarà assegnato sabato a Palermo, alle 17.30 nella Chiesa del Santissimo Salvatore, in Corso Vittorio Emanuele 395; condurrà Tiziana Martorana. Il Premio è preceduto da una settimana di proiezioni, incontri e convegni.
Martedì 17 novembre, al Cinema De Seta dei Cantieri della Zisa è prevista la proiezione di ben quattro film. Si inizia alle 10 con la proiezione per le scuole de “Non buttiamoci giù”, uno dei cinque film suggeriti alla Giuria per l’assegnazione dell’Efebo d’oro; gli altri quattro sono“La teoria del tutto” di James Marsh, che verrà proiettato alle 21; poi, “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone, “Gemma Bovery” di Anne Fontaine, e il vincitore, “La spia” di Anton Corbijn (Efebo d’oro 2015).
“Non buttiamoci giù (The Long Way Down)”, è una commedia molto british di Pascal Chaumeil, dal romanzo omonimo di Nick Hornby, interpretato da Pierce Brosnan, Toni Collette, Imogen Poots, Rosamund Pike, Sam Neill. Quattro sconosciuti si incontrano sulla cima di un palazzo la notte di Capodanno, sono tutti intenzionati a suicidarsi. Ognuno ha la sua storia, i suoi successi e soprattutto gli insuccessi. Decideranno insieme di darsi sei settimane di tempo e rincontrarsi nello stesso luogo il giorno di San Valentino per capire cosa è successo nel frattempo…
Sempre martedì, ma alle 17, per la rassegna sulla Cineteca Griffith, si proietta “Gli ultimi fuochi” (The Last Tycoon), l’ultimo film di Elia Kazan, tratto dall’omonimo romanzo di Francis Scott Fitzgerald, sceneggiato da Harold Pinter. Con Robert De Niro (famosissima la sua battuta “Stava solo facendo del cinema…”), Robert Mitchum, Tony Curtis, Jenne Moreau, Jack Nicholson. E’ il ritratto di un produttore hollywoodiano che finisce con l’essere un’ amara riflessione sulle cose perdute. Alle 19, l’omaggio a due grandi registi recentemente scomparsi, Manoel De Oliveira e Gian Vittorio Baldi, con il film di cui hanno firmato due episodi, “Mundo Invisivel”, in prima visione per Palermo. Film brasiliano sul tema dell’invisibilità nel mondo; in undici episodi, firmati anche da Atom Egoyan, Beto Brant, Cisco Vasques, Guy Maddin, Jerzy Stuhr, Lais Bodanzky, Marco Bechis, Maria De Medeiros, Theo Anghelopoulos, Wim Wenders. La giornata si chiuderà alle 21 con “La teoria del tutto” (The Theory of Everything) di James Marsh, sceneggiatura di Anthony McCarten dalla biografia “Travelling to Infinity: My Life With Stephen” di Jane Wilde Hawking. Con Eddie Redmayne (che con questo film ha guadagnato l’Oscar), Felicity Jones ed Emily Watson. Il regista Marsh, già autore del famoso ritratto-documento sul funambolo Philippe Petit, Man on Wire, racconta la storia del matematico disabile Stephen Hawking, del progredire della malattia, del rapporto con la donna della sua vita, quella Jane Wilde Hawking a cui si deve la biografia da cui è tratta la sceneggiatura.
Il 37° Efebo d’Oro è realizzato dal Centro di Ricerca per la narrativa e per il cinema con il contributo di Ministero dei Beni Culturali, Direzione Generale Cinema; Regione Siciliana, Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo – Ufficio speciale per il Cinema e l’Audiovisivo / Sicilia Film Commission; Città di Palermo, Assessorato alla Cultura. Main Sponsor Banca Popolare Sant’Angelo; e con il sostegno di Lions, Rotary Palermo Sud, Ande (Associazione Donne Elettrici) e la collaborazione del Centro sperimentale di cinematografia – Sede Sicilia. Con la collaborazione del Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Città di Palermo il programma dell’Efebo d’oro è stato inserito tra le iniziative che si svolgeranno in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che si celebra il 20 novembre.

Check Also

Taormina, la perla dello Ionio: immagine del tramonto

La costa di Giardini Naxos vista dall’alto può far compiere un salto nella storia e …