lunedì , Giugno 14 2021

Rifiuti, Fit Cisl dopo vertice romano “basta pannicelli caldi contro emergenza”

rifiuti palla“Le vicende di queste settimane con interi territori invasi da spazzatura per le difficoltà dei conferimenti in discarica, hanno certificato lo stato di arretratezza impiantistica della Sicilia in tema di smaltimento dei rifiuti. Dal vertice romano, pertanto, ci si aspettava una vera decisione strategica e di prospettiva e non il solito pannicello caldo contro una eterna emergenza. Lo ribadiamo ormai sono necessari poteri straordinari ad un commissario per velocizzare la infrastrutturazione impiantistica della Sicilia”. Ad affermarlo intervenendo sulla vertenza Rifiuti è Dionisio Giordano segretario regionale Fit Cisl Ambiente . “Sono i fatti a mostrare che se negli ultimi anni in Sicilia si sono progettati ed in alcuni casi costruiti impianti di smaltimento rifiuti, lo si è fatto dentro poteri speciali che hanno accorciato gli iter autorizzativi e procedurali . La sesta vasca di Bellolampo e il Tmb di Bellolampo, le gare per le discariche di Messina Gela ed Enna sono esempi e fatti inequivocabili – aggiunge Giordano – , basta chiedere all’attuale direttore dell’Arpa Roma , che quei poteri li ha avuti e li ha resi opere vere e realizzate”. Giordano conclude “Torniamo a chiedere al ministro dell’Ambiente un confronto istituzionale con tutte le parti interessate per condividere il percorso che riporti la Sicilia dentro l’Europa in tema di gestione e smaltimento dei rifiuti. Lo chiediamo per i tanti lavoratori, e per l’obiettivo fondamentale di offrire ai cittadini un efficiente servizio di pulizia dei territori”.

Check Also

Taormina, la perla dello Ionio: immagine del tramonto

La costa di Giardini Naxos vista dall’alto può far compiere un salto nella storia e …