giovedì , Aprile 15 2021

I Litfiba in concerto al Pal’Art di Acireale

Sale la febbre del rock per l’unica data siciliana dei Litfiba in programma al Pal’Art Hotel di Acireale il 13 aprile. E’ bastato un commento di Piero Pelù e Ghigo Renzulli con l’account ufficiale dei Litfiba su uno dei tanti post di Facebook dedicati al live di Acireale per scatenare i fans e rendere il tutto virale. “Trinacria arriviamo” hanno scritto i Litfiba sul social network e in poche ore il post è rimbalzato di bacheca in bacheca raggiungendo quasi 30.000 visualizzazioni.
La data siciliana, organizzata da Giuseppe Rapisarda Management, chiuderà l’”Eutòpia tour” (prodotto e organizzato da F&P Group) che debutterà il 29 marzo alla Kioene Arena di Padova e proseguirà il 31 marzo al Mediolanum Forum di Milano, il 5 aprile al Palalottomatica di Roma, il 7 aprile al Mandela Forum di Firenze, l’11 aprile al Palaflorio di Bari.
Il nuovo Tour porterà live i grandi classici dei Litfiba e i brani del nuovo album “Eutòpia”. Il disco, che ha esordito al terzo posto della classifica degli album più venduti in Italia e al primo posto della classifica dei vinili, è composto da dieci graffianti tracce in puro stile Litfiba, dove Piero Pelù e Ghigo Renzulli trattano diversi temi: dall’inquinamento all’estremismo religioso, passando per le vittime della ‘Ndrangheta ai nuovi media. Elementari e raffinati, ultrapotenti e sentimentali, esplosivi e romantici, elettrici e poetici, i Litfiba hanno attraversato la storia della musica italiana, dal 1980 ad oggi, segnandola in maniera indelebile, cambiando il corso delle cose, resistendo a traversie e imprevisti, morendo e rinascendo, perché qualcuno in questo paese, accidenti, il rock doveva pur suonarlo! E loro lo hanno fatto alla grande, dagli esordi a via de’ Bardi 32, a Firenze, fino ad oggi. I Litfiba sono il rock, scrivono canzoni che sono destinate a restare scolpite nella roccia, sostenute dai riff imbattibili di Ghigo e dalla voce ultraterrena di Piero. Ma al tempo stesso sono canzoni in cui la vita si riflette, in cui entra la storia e la nostra storia, canzoni nelle quali è sempre possibile riconoscersi, con le quali si può ragionare, non solo scatenarsi e godere. Sì perché il rock, quello vero, è fatto di carne, sangue, cuore e cervello, e non può vivere senza una delle sue parti. Piero e Ghigo lo sanno bene, conoscono l’arte del rock più e meglio di chiunque altro, sanno far camminare la loro musica sulle gambe della realtà, ma sanno far volare l’immaginazione sopra le nuvole dei sogni.

Check Also

Raid dell’Etna 2020 dal 20 al 26 settembre

Confermate le date 2020 del Raid dell’Etna – Giro della Sicilia per autostoriche, che, insieme …