giovedì , Aprile 22 2021

Alessandro Enriquez alla Casa delle Culture di Scicli per l’accoglienza dei minori non accompagnati

Scicli (Rg). Alessandro Enriquez è partito per la Sicilia per una visita alle attività di Oxfam presso la Casa delle Culture di Scicli.Con una serie di iniziative nel mondo del fashion, in un solo anno, Alessandro é riuscito a donare più’ di 15.000 euro a sostegno dei progetti di accoglienza dei migranti realizzati da Oxfam Italia, come per esempio in Sicilia dove Oxfam fornisce ai minori non accompagnati un percorso di formazione e inserimento sociale e lavorativo nelle comunità ospitanti. Alessandro Enriquez é stato supportato in questo percorso da prestigiose realtà, quali Biffi, Banner, Parisi e Pitti Immagine, che hanno creduto nelle sue doti creative applicate nei progetti umanitari. Dalle gonne disegnate in esclusiva per Oxfam e vendute in importanti department store, alla capsule di felpe vendute su CharityStar, passando per Fashion Comics, l’ultima delle sue iniziative per coinvolgere importanti brand sotto il denominatore comune della raccolta fondi per Oxfam, Alessandro riesce con queste iniziative a puntare i riflettori sui progetti dedicati all’accoglienza di ragazze e ragazzi che si sono lasciati tutto alle spalle, scappando da guerre e povertà, alla ricerca di un futuro degno di questo nome. Il 2017, come vedrà altri progetti a favore di Oxfam firmati Alessandro Enriquez.
“Ringrazio chi mi ha accompagnato nel 2016 in questo percorso non facile. Questo mese sarò in Sicilia, “sul campo”, per verificare l’esito delle donazioni e per conoscere più a fondo i bisogni dei minori accolti alla casa delle culture di Scicli. L’obiettivo deve essere quello di riuscire a sconfiggere queste tristi realtà di povertà, e ritengo che anche solo provarci dovrebbe essere un dovere di tutti. Ogni bambino dovrebbe crescere nel miglior modo possibile, nel modo più sereno. Spero quindi nel mio piccolo di riuscire ad aiutare quante più famiglie possibili” dice Alessandro Enriquez.
Alessandro è stato a Scicli, in provincia di Ragusa, a toccare con mano le realtà che Oxfam sostiene quotidianamente. In particolare ha visitato la Casa delle Culture, gestita dal partner Mediterranean Hope, dove sono ospitati migranti in condizioni di particolare vulnerabilità e costituisce un luogo sicuro di passaggio in cui sono accolte mamme sole con bambini, donne incinte e minori non accompagnati che si fermano qualche settimana in attesa di essere trasferiti in strutture definitive. Oxfam qui realizza attività di orientamento e formazione, oltre alla promozione di programmi sociali e interculturali con lo scopo di promuovere una vera “cultura dell’integrazione”.

Check Also

Piante diventeranno spettatori speciali del concerto “note di natura. Più ossigeno per l’arte” al teatro Donnafugata di Ragusa Ibla

RAGUSA – Un concerto di Natale dedicato al regno vegetale. Per prendersi cura dell’ambiente, anche …