domenica , Aprile 18 2021

Palermo: Per l’Integrale di Beethoven il pianista Ulrich R.Murtfeld insolito interprete di tre sonate

Palermo. Dopo le “signore” della musica, ecco il primo pianista: Ulrich Roman Murtfeld, innovativo e insolito interprete, amante delle note da Bach alla New Music, è il nuovo protagonista del progetto di Palermo Classica dedicato all’Integrale delle 32 sonate per pianoforte di Beethoven, eseguite da dodici pianisti in altrettanti concerti. Domenica 5 febbraio, alle ore 19.00, nell’ex chiesa di San Mattia ai Crociferi (via Torremuzza), il pianista tedesco eseguirà la solenne “Sonata n.4, Op.7”con il suo famoso Rondò finale; la semplice ed espressiva “Sonata n.27, Op.90” e la libera e passionale “Sonata n.30, Op.109”.
Sabato 4 febbraio, alle 19,30, incontro aperto al centro CHA (via Velasquez): Ulrich Roman Murtfeld parlerà con il pubblico, racconterà la sua esperienza e si siederà al pianoforte per proporre qualche brano a sua scelta.
Ulrich Murtfeld è nato nel 1970 a Francoforte sul Meno, dove studia al Conservatorio di Dr. Hoch. Continua i suoi studi di pianoforte come ricercatore presso la Phillips Academy di Andover, con Veronica Jochum a Boston. Ana Pitis e Ioana Minei (Bucarest) hanno avuto un impatto decisivo sullo sviluppo artistico di Murtfeld così come Karl-Heinz Kämmerling al Mozarteum di Salisburgo. Come solista, Murtfeld si è esibito in numerosi paesi europei, ma anche negli Stati Uniti, in Brasile e Venezuela. E’ apparso a festival importanti come Auftakt Alte Oper di Francoforte, Kasseler Musiktage, Musikfest Bremen, Thüringer Bachwochen, Festwochen Gmunden, Schloss Elmau e il Festival 2D2N (Odessa). Il repertorio di Ulrich spazia da Bach alla New Music. La caratteristica dei suoi programmi da concerto è una scelta innovativa e insolita delle opere. Le sue interpretazioni si concentrano sull’heritage classico-romantico (Bach, Mozart, Beethoven, Brahms, Schumann, Liszt) come anche sulle opere contemporanee. La sua discografia comprende opere di Beethoven e Brahms, così come Liszt, Farrenc, Debussy, Dutilleux e Rihm. L’album più recente è “American Recital”: opere dei compositori americani Louis Moreau Gottschalk, George Gershwin, Samuel Barber, Philip Glass e Frederic Rzewski.
Il programma di Palermo Classica continuerà domenica 12 febbraio con una vecchia conoscenza di Palermo Classica e dei palcoscenici europei come Valentina Igoshina: suo un gruppo compatto di Sonate, la “n.13, Op.27 n.1”, la “Sonata n.14, Op.27 n.2” e la “Sonata n.17, Op.31 n.2”. L’appuntamento aperto al CHA sarà il sabato precedente (11 febbraio) alle 19,30.

Check Also

La compagnia Figli d’Arte Cuticchio compie 50 anni

Il traguardo è importante e racchiude tante esperienze in un’unica strada tracciata dal maestro Mimmo …