giovedì , Aprile 15 2021

Palermo: Aperta al pubblico la Biblioteca militare di Palazzo Sclafani

La Delegazione FAI Palermo e il Comando Militare Esercito “Sicilia” in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali e l’Orto Botanico di Palermo, invitano la cittadinanza a visitare la Biblioteca Militare di Palazzo Sclafani. Per l’occasione sarà possibile visitare la Mostra di piante officinali in uso nel Medioevo e, la Mostra fotografica La Grande Guerra, i Grandi Uomini, inserita nell’ambito delle celebrazioni per il Centenario della 1ª Guerra Mondiale.
Orari di apertura al pubblico: 21/22/23 febbraio 2017 dalle ore 09:00 alle ore 12:00
La Biblioteca Militare di Presidio di Palermo dipende gerarchicamente dal Comandante del Comando Militare Esercito “Sicilia”. La stessa fu costituita presso l’allora “Casa del Soldato”, oggi Caserma Ruggero Settimo sede del Circolo Unificato di Presidio e, successivamente, in data 25 gennaio 1986, trasferita presso la Caserma “Rosolino Pilo” – Palazzo Sclafani. Il patrimonio esistente ammonta a circa 14.000 volumi, suddivisi per categorie, la cui maggioranza a tematica militare e di cui il primo risalente, quale anno di edizione, al 1601. I criteri di massima, per la gestione della Biblioteca, sono stabiliti dalla Pubblicazione nr. 6276 edizione 1983 dello Stato Maggiore Esercito, ovvero dal Regolamento interno della Biblioteca stessa disposto dal Comandante del Comando Militare Esercito “Sicilia”. Nel Salone principale della Biblioteca è custodito l’affresco di Pietro Novelli denominato “Il Paradiso”, risalente al 1634, che raffigura “La Vergine, le Sante Palermitane e le anime elette”. L’affresco in questione si trovava all’interno di Palazzo Sclafani, sotto le arcate del cortile nella parte settentrionale, e a causa dell’umidità andò quasi totalmente distrutto. I pochi frammenti furono accuratamente staccati dai pittori Volpes e Padovani, ridotti in quadri e trasportati al Museo Nazionale verso la fine dell’800. Successivamente, alla fine del restauro di Palazzo Sclafani, nel 1990 circa, i quadri di cui sopra vennero ricomposti e riportati all’interno di un salone del predetto palazzo, oggi sede della Biblioteca Militare di Presidio.

Check Also

Votare per Geraci Siculo ‘Borgo dei Borghi 2021’

«Bisogna votare per Geraci Siculo ‘Borgo dei Borghi 2021’ ma senza una fiscalità di sviluppo …