giovedì , Aprile 15 2021

Palermo: Per la BAM curatori e critici internazionali parlano di arte, teatro e cultura

Palermo. L’arte e la cultura come strumento principale per unire i Paesi del Mediterraneo, ognuno nella sua straordinaria unicità. I Colloquia della Biennale Arcipelago Mediterraneo chiamano a raccolta esperti, scrittori, artisti, curatori, per discutere di Mare Nostrum, insieme, al di là di storia, geografia, etnicità e persino appartenenza nazionale. Quindi arte: declinata nelle sue variabili, termine unico di confronto e coesione, spesso al di sopra di conflitti e appartenenze. Se ne parlerà domani (28 febbraio) alle 17 nella Sala dei 99 di Palazzo Branciforte per Arcipelago Arte: l’assessore comunale alla Cultura Andrea Cusumano, docente al Goldsmiths College di Londra, modererà un incontro a cui interverranno Hedwig Fijen, direttrice di Manifesta (Olanda), Michelle Kokosowski, direttrice del Festival mondial de Théatre de Nancy (Francia), Elena Agudio, curatrice (Germania), Richard Demarco, fondatore del Festival di Edimburgo (UK), Francesco Bonami, critico d’arte e curatore (USA, Italia), Michele Ciacciofera, artista (Italia), Cuauhtémoc Medina, curatore (Messico). Si cercheranno di tirare le fila sulla situazione dell’arte e del teatro, rispetto all’intero Mediterraneo, con particolare attenzione ai festival che già da parecchi anni sono vivi e lavorano sul territorio, e oltre.
Sempre nell’ambito di BAM – Biennale Arcipelago Mediterraneo, all’interno del Monte di Pietà di Palazzo Branciforte, è possibile visitare “Cabaret Crusades – The Path to Cairo”, videoinstallazione di Wael Shawky, realizzata con marionette che raccontano le Crociate dal punto di vista degli arabi ed entrano virtualmente in contatto con i Pupi siciliani dei Figli d’Arte Cuticchio, già esposti negli stessi spazi.

Check Also

Votare per Geraci Siculo ‘Borgo dei Borghi 2021’

«Bisogna votare per Geraci Siculo ‘Borgo dei Borghi 2021’ ma senza una fiscalità di sviluppo …