martedì , Dicembre 6 2022

Trapani: Cristiana Macchiusi presenta il romanzo “Ragazze in vendita”

Doppio appuntamento a Trapani organizzato dall’Associazione contro tutte le violenze Co.Tu.Le Vi. in occasione della Festa della Donna. L’8 marzo alle 9.00 nell’Aula Magna del Polo universitario di Trapani e alle 17.00 nel Salone di Rappresentanza della Prefettura di Trapani, Cristiana Macchiusi presenta “Ragazze in vendita“. Numerosi gli interventi in programma. Al mattino sono previsti i saluti del presidente del Polo universitario Ignazio Giacona e gli interventi del procuratore aggiunto del tribunale di Roma Maria Monteleone, del presidente del tribunale di Marsala Alessandra Camassa, della psicologa Iva Marino, oltre alle musiche dei maestri Mauro Carpi e Salvatore Graziano. Modera Aurora Ranno, presidente Diritti umani Co.Tu.Le Vi.
Al pomeriggio saluti del prefetto di Trapani Giuseppe Priolo. Interventi di Maria Monteleone, del sostituto procuratore del tribunale di Catania Anna Trinchillo e della psicologa e psicoterapeuta Alessandra Stringi. Gli avvocati Giacomo Frazzitta e Roberto Tranchida presenteranno il disegno di legge “Decreto Co.Tu.Le Vi”.
Il libro: Chiara Costanza, magistrato, è da poco entrata in servizio alla Procura di Roma e così, mentre tutti sono in ferie, in un agosto rovente è lei a trovarsi per le mani un brutto caso. Una madre disperata ha scoperto una verità terribile riguardo alla figlia appena adolescente: si è cacciata in un giro di prostituzione e ha coinvolto anche l’amica del cuore. Tutto avviene nei quartieri bene dell’Urbe, in un deserto morale che non guarda in faccia i giovanissimi volti delle due ragazzine e in cui a contare è solo la fame di denaro. Tutto questo riporta il magistrato Chiara Costanza a un trauma della sua giovinezza trascorsa a Genzano, nei Castelli Romani, tra le leggende del lago della dea Diana e la ferocia degli anni di Piombo. Ma questo brutto caso di anime in vendita sarà inaspettatamente l’occasione per rimarginare le ferite del passato.
Cristiana Macchiusi è magistrato dal 1997. Dopo aver prestato servizio in Sicilia per molti anni, è tornata a Roma, dove attualmente è sostituto procuratore. Si occupa da sempre di reati che coinvolgono le “fasce deboli”, dunque di prostituzione minorile, violenze sessuali e pedofilia. Ha curato l’indagine delle “baby-squillo” dei Parioli che ha fornito lo spunto iniziale per questo romanzo.

Check Also

Ad Erice: Cori Meu- Photography & Urban Street Art

Fare arte significa sfidare le convenzioni, ma quello che ci sarà ad Erice nei prossimi …