giovedì , Ottobre 28 2021

“Dovete vedere com’era vestita”

“Aveva un tanga di pizzo” e la giuria assolve lo stupratore. La sentenza è stata emessa il 6 novembre scorso dal Tribunale di Cork, in Irlanda. La stuprata ha 17 anni, il presunto stupratore 27. “Indossava biancheria troppo sexy. Guardate il modo in cui era vestita, indossava un perizoma con la parte davanti in pizzo” ha dichiarato l’avvocato difensore durante l’arringa e l’uomo che ha da fare l’uomo l’ha servita a dovere così la prossima volta indosserà un burqa, la troia. Nel 1992 in Italia uno stupratore venne assolto perché la stuprata indossava i jeans ergo lei era consenziente. La donna deve capire che l’uomo non sa distinguere il corteggiamento dalla molestia e pensa che una mutandina o una gonna o un pantalone o una maglietta troppo “fina” siano inviti alla copula. I Talebani che lo sanno obbligano le loro donne a nascondersi in casa o dentro prigioni di stoffa (così noi con il prossimo Ddl Pillon). Le donne devono essere belle e stare zitte e non manifestare con #ThisIsNotConsent sui social e nelle piazze. La giuria era composta da 4 donne e 8 uomini certi della colpevolezza di una 17enne e della buona fede di un uomo arrapato contro la sua volontà.
NOI DICIAMO #ThisIsNotConsent.

Gabriella Grasso

Check Also

“Che bello! Due amici, una chitarra e uno spinello!”

In pochissimi giorni sono state raccolte le fatidiche 500 mila firme per chiedere il referendum …