domenica , Ottobre 24 2021

Diffamato Alfonso Cicero ex presidente IRSAP. A processo l’avvocato Giuseppe Arnone

La Procura della Repubblica di Palermo, espletate le indagini preliminari, ha mandato a processo l’avv. Giuseppe Arnone (ex ambientalista) per diffamazione aggravata a mezzo stampa a danno di Alfonso Cicero ex presidente dell’Irsap. La prima udienza si celebrerà il 4 giugno 2019 innanzi il Tribunale di Palermo. Per Arnone questo è il secondo processo per diffamazione aggravata nei confronti di Cicero. L’altro processo è in corso di svolgimento innanzi il tribunale di Catania ove Cicero, difeso dall’avv. Annalisa Petitto, è parte offesa e parte civile. Arnone, com’è descritto nei due ampi capi di imputazione disposti dalla procura di Palermo, offendeva la reputazione di Cicero esponendo, il 18 maggio 2015, difronte il Palazzo di Giustizia di Palermo, uno striscione riportante pesanti diffamazioni a danno dell’ex presidente dell’Irsap. Inoltre, Arnone, munito di apposito microfono, dinanzi al citato striscione, in presenza di operatori audio e video, che procedevano a registrare le sue dichiarazioni, diffondeva ulteriori e gravi diffamazioni contro la persona di Cicero. Tra le tante e pesanti diffamazioni propalate dall’Arnone, anche quelle sugli incarichi legali e sulla gestione dell’Irsap nel periodo in cui Cicero ricopriva il ruolo di presidente.
“Palesi falsità e spudorate diffamazioni, quelle sugli incarichi legali, sulla gestione dell’ente e su tutte le altre false accuse – dichiara Alfonso Cicero difeso dall’avv. Annalisa Petitto – diffuse dall’Arnone particolarmente “interessato” a screditarmi pesantemente e senza alcun limite. Ho sempre preferito attendere l’esito delle indagini dell’autorità giudiziaria subendo, in silenzio, le valanghe di “fango”, le gravi diffamazioni e le accuse palesemente false e calunniose diffuse costantemente dai vari “personaggi” – e dai “potenti” di turno – interessati a calunniarmi e delegittimarmi, senza alcuno scrupolo, innanzi l’opinione pubblica e le istituzioni. Mi costituirò parte civile per chiedere il risarcimento degli ingenti danni patiti a causa delle gravissime diffamazioni propalate dall’Arnone che hanno profondamente ed irreparabilmente leso il mio onore e la mia reputazione”.

Check Also

Agroalimentare, il Pistacchio di Raffadali entra nel registro Dop

La Commissione europea ha approvato la domanda di iscrizione del “Pistacchio di Raffadali” nel registro …