mercoledì , Ottobre 20 2021

Palermo: Amnesty International Sicilia

Si svolgerà a Palermo, nella mattinata di giorno 14 Dicembre con inizio alle ore 11.30 presso l’aula magna del Liceo scientifico “Benedetto Croce”, il Forum HRD di Amnesty International Sicilia, evento annuale organizzato dall’articolazione isolana per premiare coloro che si sono distinti con la propria vita e le proprie attività alla difesa dei diritti umani. Quest’anno la manifestazione è dedicata alle donne e la Sicilia accoglierà la cittadina marocchina Newal Benaissa, aprendo le porte dell’istituto palermitano. La testimonial sarà in Sicilia anche giorno 15 Dicembre, quando incontrerà la popolazione studentesca del Liceo scientifico “G. D’Alessandro” di Bagheria, con l’evento a cura del locale Gruppo Italia 291.
Nawal Benaissa lotta con coraggio per la giustizia sociale e per migliorare l’assistenza sanitaria e i servizi nella sua regione, il Rif, nella parte nord del Marocco, dove molte persone si sentono dimenticate dal proprio governo. Nawal, che è una tra le voci principali del movimento popolare Hirak, ha partecipato a proteste pacifiche e condotto campagne per il cambiamento sui social media. Vive costantemente sotto minaccia. Le autorità marocchine, nel tentativo di zittirla, l’hanno arrestata e tenuta in custodia quattro volte in soli quattro mesi. Amnesty chiede al Governo del Marocco di porre fine immediatamente alle intimidazioni contro Nawal, ed ha inserito il suo appello all’interno della campagna “Write for Rights” ( https://www.amnesty.it/write-for-rights-2018-la-maratona-globale-diazioni-urgenti-e-per-le-donne/ ), la maratona globale di azioni urgenti di Amnesty International in favore di persone che in tutto il Mondo subiscono violazioni dei diritti umani.
“Il valore paradigmatico del Premio dedicato da Amnesty International in Sicilia a Nawal Benaissa, in questa edizione annuale del Forum per i difensori, ha un significato particolarmente profondo perché cade in occasione del 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Vogliamo così contrastare il clima d’odio
strisciante: con la cultura dei diritti e dell’accoglienza e per mezzo di una narrazione alternativa dove lo spirito di fratellanza e la solidarietà internazionale sono alla base del vivere quotidiano” , ha dichiarato Chiara Di Maria, vice responsabile della Circoscrizione Sicilia di Amnesty International.
Palermo, 12/12/2018

Check Also

Ustica: torna live il “Sicily Web Fest” settima edizione

Sette anni e sentirsi quasi come al primo vagito, visto l’entusiasmo che anima questa edizione, …