sabato , Ottobre 1 2022

L’alcol ancora prima causa di morte giovanile in Italia eppure agli adulti pare non interessare. Perché?

La relazione al Parlamento del ministero della Salute sui dati del 2018 ha dimostrato che dei 38mila individui arrivati al pronto soccorso per intossicazione da alcol ben il 17% ha meno di 14 anni e risulta pure che le ragazze risultano maggiormente esposte dato che gli enzimi del fegato femminile hanno meno capacità di metabolizzare l’alcol e comunque sotto i vent’anni, non essendo ancora totalmente formato il fisico, l’alcol causa intossicazioni e pregiudica il funzionamento delle attività psichiche e corporee in maschi e femmine. In Italia la vendita di alcol ai minori è vietata e allora perché è possibile vedere minori acquistare alcol ai supermercati e nei beverage center? Perché si pensa che la bevuta del sabato sera sia una ragazzata nonostante gli incidenti stradali e gli stupri “da sbronza”? Perché è piu’ tollerabile il rischio di morire che l’esclusione dal gruppo? Perchè non esistono protocolli condivisi di intervento? Perché i giovani non vengono presi in carico e inseriti in una rete di protezione? Contribuire a incrementare la consapevolezza del pericolo e soprattutto a capire se è stata una bravata o è il segnale di una gravissima abitudine è compito degli adulti. L’alcol è ancora la prima causa di morte giovanile in Italia eppure agli adulti pare non interessare. Perché?

Check Also

Femminicidio di Stato

Femminicidio di Stato di Massimo Greco In una una visione contrattualistica, lo Stato si sta …