sabato , Ottobre 1 2022

Economia e tecnologia: la rivoluzione della blockchain. Quale futuro?


Il mondo dell’economia e quello della tecnologia vivono in completa simbiosi. Nel tempo, infatti, sono nati diversi strumenti in grado di rivoluzionare l’uno o l’altro campo. Uno di questi è la blockchain, letteralmente catena di blocchi, che è un grande registro digitale in cui le voci sono raggruppate in blocchi concatenati in ordine cronologico. Si tratta, in pratica, di un’enorme banca dati condivisa a cui si possono aggiungere man mano nuovi blocchi e a cui tutti possono accedere, ma non è modificabile e la sua sicurezza è garantita da crittografia. Secondo gli esperti, come rivelano diverse news sul mercato dei Bitcoin, quella della blockchain è la tecnologia del futuro e sarà in grado di rivoluzionare il mondo dell’economia.

 

La nascita della blockchain

Questa tecnologia nasce nel 2009 grazie a Satoshi Nakamoto, il misterioso inventore del Bitcoin. L’idea rivoluzionaria di Nakamoto comprende un tipo di archiviazione dati in cui tutti possono vedere cosa c’è dentro e assicurarsi che sia reale. Col tempo questa tecnologia è stata applicata a diversi ambiti rivelando la sua utilità per innumerevoli industrie, dalle banche al risparmio gestito, passando per opere d’arte e Made in Italy.

 

Ad esempio si può usare la blockchain per certificare la provenienza di un prodotto agroalimentare, o lo scambio di titoli e azioni, o ancora per rendere sicuri e inalterabili contratti e voti online.

 

Questa tecnologia è in costante crescita in quanto ogni giorno vengono aggiunti nuovi blocchi completi ai precedenti. Così una volta che un nuovo blocco è stato aggiunto alla catena non si può fare nulla per modificarlo. Per cambiare qualcosa si aggiungerà un blocco sopra quello precedente, e questa operazione verrà notificata a tutti.

 

In primis questa tecnologia ha il compito di certificare transazioni tra persone. Nel caso dei Bitcoin la blockchain serve a verificare lo scambio di criptovaluta tra due utenti, ma si tratta solo di uno dei tanti possibili utilizzi di questa struttura tecnologica.

 

In altri settori, la blockchain può certificare lo scambio di titolo e azioni; operare come fosse un notaio e “vidimare” un contratto o rendere sicuri e non alterabili i voti espressi tramite votazione online.

 

Blockchain, un sistema sicuro

Blockchain è considerato uno dei sistemi tecnologici più sicuro grazie alla crittografia che agisce su una sequenza di caratteri, trasformandola attraverso l’utilizzo di un algoritmo matematico. Il processo di trasformazione è basato su una chiave che rappresenta il parametro dell’algoritmo di cifratura/decifratura. È la segretezza di questa chiave a rappresentare il sigillo di sicurezza di ogni sistema crittografico. Questo fattore di sicurezza ha fatto sì che venisse adoperata sempre più spesso in economia. Attraverso una rete di pagamento gratuita e istantanea, i dati vengono trasferiti a costo zero, sette giorni su sette, 24 ore su 24. La funzione primaria di una Blockchain è, dunque, di certificare transazioni tra persone. È una innovazione veloce ed efficace, che non ha bisogno di alcun meccanismo di sicurezza centralizzato, nessuna barriera in ingresso e nessun controllo editoriale, è un emblema della business disruption. La Blockchain, infatti, è un punto di rottura analogo all’innovazione della posta elettronica (che non è stata progettata da un consorzio di agenzie postali) o da Internet (che non è stato sviluppato da un consorzio di società di telecomunicazioni).

 

Il futuro della blockchain

Sono tanti gli esperti che puntano tutto su questa tecnologia per il futuro sia dell’economia che degli altri ambiti. Alcune piattaforme di freelance online, hanno recentemente segnalato una domanda in rapida ascesa di persone con competenze in ambito blockchain. Si prevede, infatti, che chi entrerà nel settore ed acquisirà una certa esperienza, sarà in grado di trarne importanti vantaggi. Tra i tanti settori, le istituzioni finanziarie hanno iniziato a considerare seriamente l’adozione della blockchain applicata alle operazioni bancarie tradizionali.

 

Un recente rapporto di PWC prevede che il 77% degli istituti finanziari adotterà la tecnologia blockchain come parte di un sistema o processo di produzione entro il 2020. Con questa espansione tale tecnologia sarà in grado di modificare il classico modello di business, consentirà infatti alle banche di ridurre l’eccessiva burocrazia, condurre transazioni più rapide a costi inferiori e migliorare la protezione della sfera personale del cliente.

 

Anche le autorità governative riescono ad usufruire di numerosi vantaggi grazie alla blockchain. Attualmente, ogni agenzia ha il suo database separato, quindi quando servono informazioni, ognuna di esse deve effettuare una complessa serie di richieste. La blockchain favorirà la gestione efficace dei dati e migliorerà il funzionamento di tali agenzie.

 

Blockchain e Internet of Things

Il matrimonio più interessante sarà quello tra Blockchain e Internet of Things. Questo perché questa nuova tecnologia può fornire un quadro sicuro e scalabile per la comunicazione tra i dispositivi IoT, mentre i moderni protocolli di sicurezza sembravano già vulnerabili quando sono stati implementati su tali dispositivi. La blockchain ha in effetti già dimostrato di essere in grado di offrire un’elevata resistenza agli attacchi informatici. Inoltre, la blockchain consentirà ai dispositivi intelligenti di effettuare microtransazioni automatizzate.

 

Check Also

Misurare il pH intracellulare in modo automatico e veloce

Elaborata una nuova metodologia, efficace e accurata, per rilevare la variazione di acidità degli organelli …