giovedì , Gennaio 20 2022

Resais: Cgil, Cisl e Uil chiedono a governo regionale soluzioni per gli esodati

Cgil, Cisl e UilCgil, Cisl e Uil hanno scritto al Presidente della Regione e agli assessori all’economia e alle attività produttive per chiedere una soluzione al problema degli esodati della Resais. Si tratta di lavoratori andati in mobilità tra il 2008 e il 2012 che alla fine degli ammortizzatori sociali non potranno andare in pensione,( alcuni sono già in questa situazione) perché nel frattempo è sopravvenuta la riforma Fornero che ha modificato i requisiti per la pensione di anzianità.

I sindacati siciliani chiedono “il prolungamento dell’incentivo all’esodo e l’aumento del capitolo di spesa per la Resais”. “La questione è di stretta competenza regionale- scrivono Elvira Morana, Giorgio Tessitore e Giuseppe Sardo- ed è la giunta che deve individuare una soluzione. Deve anche essere cura del governo – aggiungono- di riporre una giusta attenzione rispetto al tema dei futuri transiti in Resais”.

Al governo Cgil , Cisl e Ul sottopongono anche i problema di quei pensionati Resais che non hanno avuto ancora liquidato il 40% del premio incentivante previsto dalla normativa in materia., cosa che potrebbe portare a un contenzioso con un danno per le casse della Regione. “Non comprendiamo- affermano- l’inadempienza contrattuale da parte dell’amministrazione Resais, posto che riteniamo che la Regione abbia stornato le risorse relative. Il governo intervenga per risolvere la questione”.

Check Also

La misura 3D del mercurio gassoso

Il mercurio è riconosciuto dall’Organizzazione mondiale della sanità come un inquinante globale. Per questo il …