mercoledì , Maggio 22 2024

Truffe: Il ‘furto d’identità’

furto d’identitàCarte d’identità, cud e buste paga. Un mare di documenti tutti falsi o rubati ad ignari cittadini. L’obiettivo è di ottenere finanziamenti e prestiti, i quali, ovviamente, non saranno mai rimborsati, con la possibilità, inoltre, che le persone cui effettivamente corrispondevano i falsi nomi utilizzati, vengano iscritte nelle banche dati elettroniche delle insolvenze, con l’ovvia conseguenza di vedersi respinti dal sistema bancario nazionale, senza alcuna colpa.

Numeri ufficiali in Italia non sono reperibili, ma il fenomeno appare in una crescita così esponenziale che ci lascia pensare che dietro a queste frodi vi siano delle vere e proprie associazioni a delinquere, difficilissime da scovare, perché di norma le vittime si accorgono della truffa molto tempo dopo, a volte anche dopo anni ed i “ladri d’identità”, in pratica, non lasciano alcuna traccia e, se catturati, se la cavano con pene relativamente basse.

La facilità con cui alcuni truffatori riescano ad ottenere prestiti cosiddetti “al consumo” sulle spalle d’ignari cittadini è a dir poco sorprendente, pertanto, appare opportuno l’ampliamento dei controlli nella raccolta dei dati personali in fase di contrattazione da parte degli intermediari e degli operatori del credito.

Check Also

La strategia di sopravvivenza dei coralli tropicali al clima che cambia

Studi condotti dal Consiglio nazionale delle ricerche su esemplari di coralli tropicali hanno permesso di …