sabato , Settembre 25 2021

Il Leone d’Oro e la coppa Volpi tornano in Italia

gianfranco-rosi-leone-doroFinalmente dopo 15 anni Il Leone d’Oro è dell’Italia. L’ho ha decretato Bernardo Bertolucci, presidente della giuria alla 70° Mostra del cinema di Venezia. Premio al regista di origini eritree “Gianfranco Rosi” che ha saputo meglio degli altri imporsi per il film-documentario dalla grande poesia “Sacro Gra”. Ha messo in campo tante storie di personaggi, incredibili quanto normali, che gravitano intorno al grande raccordo anulare di Roma. Nel lungo viaggio in questo raccordo anulare scorrono tante vite. C’è quella di Cesare che vende anguille, quella di Francesco desideroso di sapere tutto del punteruolo rosso ed ancora Xsenia e Filippo consorte e principe che vivono nel castello dove si svolgono le scene scadenti di fotoromanzi. Un grande intuizione quella di Antonio Barbera direttore artistico del Festival l’avere incluso nei film in concorso un film-documentario, misto di realta e fiction. Distribuito dalle Officine Ubu, lo vedremo nelle sale il 26 settembre.

Altro interessante riconoscimento la “Coppa Volpi”è stato assegnato ad Elena Cotta, efficacissima interpetre nonostante i suoi 83 anni, per il bellissimo film di Emma Dante “Via Castellana Bandiera”. La regista palermitana di teatro,all’esordio con questo lungometraggio, porta sullo schermo una sceneggiatura dedotta dal suo stesso libro.C’è una stradina troppo stretta per essere a doppio senso dove due donne una albanese, l’altra palermitana trapiantata a Milano,si trovano al volante una di fronte all’altra, e nessuno vuole cedere il passo. Due pezzi diversi di paese. Il film definito un tragicommedia o western tutto palermitano, vuole essere l’emblema di un luogo dove non ci sono regole da rispettare, dove la forza produce un diritto e la gente scommette sul cavallo vincente.

Due pellicole che consiglio vivamente di vedere.

Beppe Manno

Check Also

Il cervello a riposo? Ottimizza le proprie prestazioni future

Quando siamo a riposo, ossia nel sonno o in assenza di compiti particolari, il nostro …