mercoledì , Settembre 28 2022

Gita in libreria, chiacchierata letterario/paesana

Angela Riggio e Carmelo Passerello qualche anno fa misero su una libreria, la accudirono e ne fecero un posto di incontro e di chiacchiera letterario/paesana. La libreria, il Punto, è a oggi un posto di chiacchiera, di lettura e di discussione sociologico/pedagogica con spunti globali e azzardi locali. Al Punto una mattina di ottobre fra un Camilleri e una Mazzantini, sotto lo sguardo e i gesti di giovani discorrenti con la mimica siciliana, nacque una pensata. Una bella pensata. Sarebbe interessante vedere gli occhi dei bimbi puntati su un libro o meglio su uno che racconta un libro. Sarebbe piacevole per gli adulti vederli sorridere e sognare, pensando di volare o di scendere sotto il mare. Sarebbe possibile farlo se ad accompagnare questi ometti e queste signorine fossero i loro adulti: genitori e insegnanti. L’idea piacque molto a due maestre. Due di quelle maestre da libro: accudenti e sorridenti, generose e fiduciose: Concetta e Enza si chiamano queste maestre così le chiamano mille volte al dì i loro alunni. Enza Crimì e Concetta Debole all’idea hanno creduto ed è nata così “la gita in libreria”. La gita si farà a dicembre il mese dei “cunti”, coinvolgerà piccoli e grandi e avrà il sapore delle cose buone.

Gabriella Grasso

Check Also

Femminicidio di Stato

Femminicidio di Stato di Massimo Greco In una una visione contrattualistica, lo Stato si sta …