domenica , Maggio 16 2021

Al 20% la quantità minima di frutta nei succhi

succhi fruttaL’Italia avrà più frutta nei succhi: in commissione Agricoltura della Camera è stato approvato un emendamento del Pd alla legge comunitaria con cui si innalza al 20% la quantità minima di frutta che deve essere contenuta nelle bevande analcoliche a base di frutta prodotte e commercializzate in Italia.

La soglia attuale è del 12 percento. “Si tratta di un grande successo per la tutela della salute dei consumatori ma anche dei nostri produttori di frutta, in favore dei quali stiamo combattendo una battaglia che non piace alle multinazionali” hanno detto i due deputati Oliverio e Anzaldi che hanno presentato la proposta.

L’emendamento è passato malgrado il no del governo, rappresentato dal sottosegretario Giuseppe Castiglione: “Ne prendiamo atto”, ha detto dopo il voto. L’Italia apripista a tutela della salute per insegnare all’Europa ad andare in direzione della qualità, è invece il commento della deputata del Pd Colomba Mongiello all’emendamento, che chiudendo una Ue pilot, meccanismo concepito per la fase antecedente all’apertura formale della procedura di infrazione, sancisce in modo definitivo che nei succhi la percentuale di frutta debba essere del 20%.

Check Also

Luce e nanoparticelle per una catalisi ‘verde’

Uno studio condotto da Cnr, Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Bologna e …