venerdì , Febbraio 26 2021

Barbazzale rosato il nuovo vino di Cottanera

vigneti cottaneraIl Barbazzale rosato, il nuovo vino prodotto da Cottanera, sarà la novità che l’azienda di Castiglione di Sicilia (CT) presenterà al Vinitaly 2014, che si svolgerà a Verona dal 6 al 9 aprile.

Il Barbazzale rosato, vendemmia 2013, è frutto di uve di Nerello Mascalese che si trovano nel vigneto Aurora in Contrada Bonanno. Un vino elegante e complesso al tempo stesso, caratterizzato principalmente da aromi floreali, caratteristiche tipiche del Nerello Mascalese, accompagnati da sentori fruttati maturi e rinfrescati da note di erbe aromatiche. Al palato è ricco e profondo e racchiude tutta la potenza della Sicilia e la freschezza del vino di montagna, vino di grande lunghezza grazie alla sapidità del suolo vulcanico. Le bottiglie prodotte sono 6.000, la gradazione alcolica è di 12,5. L’abbinamento consigliato è con piatti a base di pesce, compreso il sushi e fritti di verdure, un vino fresco e morbido ideale anche per gli aperitivi.

Il nuovo vino va ad arricchire la vasta gamma di etichette di Cottanera (2 bianchi e 7 rossi), una delle aziende più estese – con i suoi sessanta ettari vitati prevalentemente ad autoctoni – e storiche dell’Etna che, negli anni, il mercato enologico nazionale e internazionale ha avuto modo di apprezzare per serietà, professionalità e coraggio.

“I vitigni autoctoni, come il Nerello Mascalese e il Carricante, sono l’espressione del nostro territorio – spiega Mariangela Cambria, responsabile Comunicazione dell’azienda – la coltivazione della vite non è semplice sull’Etna. Da tempo ci impegniamo a produrre vini di qualità che possano rappresentare il vero valore dell’Etna e che possano esaltarne quella mineralità del suolo che universalmente viene riconosciuta come unica e inimitabile. Il consumatore di oggi è molto esigente e preparato – prosegue – e dentro la bottiglia vuole trovare personalità e territorio, dunque nel nostro caso chi assaggia vuol sentire il profumo del vulcano”.

Cottanera, che prende il nome da un antico borgo rurale che limita i vigneti di famiglia lungo la riva del fiume Alcantara, è un’azienda a conduzione familiare, insieme a Mariangela anche i fratelli Francesco ed Emanuele e lo zio Enzo.

La proprietà della famiglia Cambria si estende su cento ettari tutti accorpati, le terre dove sorgono i vigneti, l’altitudine media è di circa 700 metri, si trovano sul versante Nord-Ovest dell’Etna nel territorio di Castiglione di Sicilia. Una cantina appena ristrutturata, una barriccaia e due sale degustazione costruite con pietra lavica e arredate con mobili moderni dal sapore minimalista danno il benvenuto agli ospiti dell’azienda. La vendemmia si fa rigorosamente a mano ed è affidata ad una squadra tutta al femminile, tra queste anche madri e figlie, che nell’arco dell’anno si occupa del vigneto, un’antica tradizione dell’Etna che Cottanera intende rispettare.

Check Also

Covid-19 e cambiamenti climatici

Uno studio dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico e dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Cnr mostra …