giovedì , Aprile 15 2021

Caltagirone. “Il ritorno della primavera” alla mostra del fischietto

fischiettoAncora pochi giorni per visitare la mostra del fischietto in terracotta “Il ritorno della primavera”, ospitata presso la Galleria “Luigi Sturzo” ed organizzata dall’associazione culturale “Terra Erea” in collaborazione con i Musei civici e il patrocinio del Comune di Caltagirone.

La mostra intende richiamarsi alla nostra tradizione coniugando, le varie tecniche di cottura e di decorazione in modo da poter consentire a ceramisti, artisti e studenti la possibilità di poter esprimere, con le loro prestigiose opere, tutta la loro creatività seguendo il tema della primavera.

I visitatori oltre ad ammirare i meravigliosi fischietti in terracotta potranno ammirare splendidi abiti realizzati dallo stilista Sebby Zacco, realizzati in materiali riciclati e naturali, in chiffon o tulle con i quali ha sapientemente creato dei veri e propri capolavori unendo la sua fantasia con la semplicità e l’eleganza.

Una ventina i ceramisti aderenti all’iniziativa (Antonio Barletta, Fabrizio Brillantino, Irene Cabibbo, Ivano Agatino Carpientieri (scultore originario di Mascalucia), Maurizio Cataldo, Giuseppe Coffano, Gesualdo Cucuzza, Vincenzo Forgia, Santa Grimaldi, Alessandro Iudici, Mario Milazzo, Concetta Modica, Nicolò Morales, Antonino Navanzino, Fabrizio Perspicace, Filippo Romano, Mara Romano, Michelangela Sammartino, Ceramiche SIL.VA., Riccardo Varsallona, Vincenzo Velardita, Giacomo Venniro), oltre agli studenti del Liceo Artistico di Caltagirone, le sezioni della Scuola dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Pascoli” e all’Istituto Comprensivo “Vittorino Da Feltre”.

“A distanza di anni abbiamo voluto riproporre la mostra del fischietto – dichiara Omar Gelsomino, presidente dell’associazione culturale Terra Erea – perché non si perdesse una delle nostre tradizioni, da qui anche il titolo “Il ritorno della primavera”. A tal proposito oltre ai ceramisti e agli artisti abbiamo voluto coinvolgere anche le scuole, affinché gli studenti conoscano le nostre radici culturali. Inoltre è nostra intenzione far diventare questa mostra itinerante, in modo da far apprezzare le grandi capacità artistiche dei nostri artigiani”.

La mostra, sarà visitabile sino al 2 giugno tutti i giorni (ingresso gratuito) dalle 9 alle 21.

Check Also

Mare caldo e anomalie atmosferiche favoriscono i tornado italiani

Pubblicato su Atmospheric Research un recente studio dall’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del …