venerdì , Settembre 24 2021

Il progetto di prevenzione WeFree entra nel carcere minorile di Catania

We freeGiovedì 5 giugno un incontro tra i ragazzi della Comunità e 50 giovani dell’istituto penitenziario minorile della Bicocca

Un incontro speciale, fra ragazzi che ben sanno che cosa sia il disagio giovanile e cosa significhi vivere in una condizione di emarginazione. E’ quello che avverrà giovedì 5 giugno all’Istituto penale per minorenni Bicocca di Catania dove i ragazzi di San Patrignano porteranno un dibattuto sulle sostanze e dipendenze all’interno del progetto di prevenzione WeFree.

L’incontro rientra nel progetto del 2012 “La vita che vorrei… dipende da noi” voluto dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Tre ragazzi di San Patrignano, Nicolò, Salvatore e Luca incontreranno cinquanta giovanissimi che probabilmente hanno vissuto esperienze simili alle loro e dal confronto ne scaturirà un dibattito che si spera possa essere da stimolo per i giovani costretti nell’istituto penitenziario.

I tre ragazzi della comunità, ormai al termine del loro percorso, alcuni dei quali fra l’altro avevano a loro volta vissuto esperienze carcerarie, dalle 9.30 alle 12 si racconteranno e si metteranno a disposizione di coloro che sceglieranno di ascoltarli.

Dal 2002, i format teatrali di prevenzione inseriti nel progetto WeFree si sono sviluppati in oltre 400 tappe, con la partecipazione e il coinvolgimento attivo di più di 230 mila studenti nelle scuole medie e superiori.

Check Also

Il cervello a riposo? Ottimizza le proprie prestazioni future

Quando siamo a riposo, ossia nel sonno o in assenza di compiti particolari, il nostro …