sabato , Febbraio 27 2021

Rally del Tirreno undicesima edizione

rally del tirrenoSaranno 93 gli equipaggi che questo fine settimana si sfideranno nell’undicesima edizione del Rally del Tirreno. La manifestazione, valevole per il Trofeo Rally Nazionali, con coefficiente 1,5, si disputerà lungo le strade del versante tirrenico della provincia di Messina. Nella gara organizzata dall’associazione Top Competition e patrocinata dai comuni di Villafranca Tirrena e Saponara l’equipaggio da battere sarà quello formato da Ninni Oieni e Giovanni Lo Neri.
Azzerato il conto alla rovescia. Quando mancano soltanto tre giorni all’effettuazione della undicesima edizione del Rally del Tirreno, gli uomini della associazione Top Competition hanno tolto il velo alla manifestazione, diramando i nomi dei 93 equipaggi che Sabato 9 e Domenica 10 agosto si daranno battaglia lungo le strade dei colli tirrenici della provincia di Messina. La gara, valida per il Trofeo Rally Nazionali di sesta zona, con coefficiente 1,5, ha fatto registrare ancora una volta numeri che lasciano presagire a un nuovo successo. Per gli appassionati si prepara quindi un nuovo fine settimana emozionante, dove l’agonismo sportivo sarà il protagonista assoluto. Il rally attraverserà i territori dei comuni di Torregrotta, Valdina, Venetico, Roccavaldina, Rometta, Villafranca, Saponara e Spadafora. Il percorso collaudatissimo avrà in cartello tre prove speciali che verranno ripetute tre volte con svolgimento in notturna. Sarà il fascino della notte, a determinare il nuovo equipaggio vincitore che dovrà dimostrare il proprio valore lungo i tre tratti cronometrati di Colli 4 Strade, Rometta e Roccavaldina. A sfidarsi saranno i migliori interpreti siciliani della specialità. Il lotto dei partecipanti si preannuncia più agguerrito che mai. Ninni Oieni e Giovanni Lo Neri, a bordo di una Peugeot 207 Super 2000, proveranno a scrivere il loro nome sull’albo d’oro della gara. A rendere la vita difficile ai due ci saranno, su due vetture gemelle, Marcello Rizzo al via con Venera Ilacqua e Giovanni Celesti in coppia con Carmelo Russo. Sicuro protagonista sarà anche Salvo Armaleo. Il vincitore della scorsa edizione sarà ai nastri di partenza, a bordo della sua inseparabile Renault Clio Super 1600, in coppia con la figlia Claudia. Sempre nella stessa categoria e con vetture gemelle a quella di Armaleo cercheranno di esprimere tutto il loro potenziale i giovani Marco Pollara e Michele Coriglie, al via rispettivamente con Giuseppe Princiotto e Marco Piras. In gruppo R saranno le Renault Clio iscritte al trofeo della casa francese a dettare legge. Gli equipaggi Nucita-Salvo, Patti-Cambria, Frattalemi-Aliberto, Mirabile-Calderone e Arena-Caputo proveranno ad assurgere al ruolo di protagonisti. Il conto alla rovescia è ormai partito, i partecipanti si daranno appuntamento a Saponara Sabato, in piazza Matrice, dalle 11.00 alle 15.30, per le verifiche sportive e tecniche. Il parco commerciale “La Briosa” di Villafranca Tirrena ospiterà la partenza, sempre nella stessa giornata, alle 23.30. La zona Industriale di Villafranca Tirrena infine sarà sede di riordini e parchi assistenza.


La Scuderia CST Sport di Gioiosa Marea arriva da protagonista con undici equipaggi di spicco al Rally del Tirreno la prova di Trofeo rally Nazionale 6^ Zona e Campionato Siciliano del 9 e 10 agosto. La gara si svolgerà in notturna tra sabato 9 e domenica 10 agosto lungo nove prove speciali, con partenza alle 23.30 da Villafranca Tirrena, sede del Traguardo finale alle 9.30 della mattina seguente.
I coniugi di Sant’Alessio Siculo Tino Leo e Giuliana Duro con la loro inseparabile Peuget 106 1.6 16 V di classe A6, curata dalla Ferrara Motors, oltre alle parti alte della classifica, mirano a rinsaldare la Leadership nella classifica di 6^ Zona del Trofeo Rally Nazionali in cui sono al primo posto, dopo l’eccellente secondo posto alla Traga Florio e gli ulteriori 9 punti conquistati in casa al Taormina Rally Event. Solo cinque lunghezze separano i leader dai compagni di squadra santateresini Roberto Mignani e Cristian La Torre sulla Peugeot 106 1.6 16V di classe N2, con cui avranno il duplice obiettivo di agguantare la vetta del TRN, ma anche il primato di categoria.
Tre gli equipaggi sotto i riflettori per la scalata al successo assoluto c’è senz’altro il giovanissimo palermitano Marco Pollara che torna al volante della Renault Clio Super 1600 per la corsa in notturna, dove sarà affiancato dall’esperto e bravo due volte tricolore Giuseppe Princiotto di Librizzi. Il giovane pilota di Prizzi, ha già collezionato ben tre partecipazioni brillanti nei rally del 2014. Ha scelto la Renault Megane Maxi per la gara di casa l’esperto Giuseppe Messina che sarà affiancato da Angelo Impollonia. Altro under al via sarà Michele Coriglie altro giovane della costa jonica messinese che torna in gara questa volta sulla potente Renault Clio Super 1600 ancora affiancato dal codriver ed amico Luciano Marco Piras.
Ancora in classe A6 ed ancora dalla provincia di Messina Salvatore Capizzi e David Arlotta sulla Peugeot 106, mentre per la classe N3, gruppo N cilindrate fino a 2000 cc., ad ambire alla vetta saranno Antonio Milici e Tonino Scaffidi su Renault Clio Williams. Ancora una Peugeot 106 nell’affollata e combattuta classe N2 con i fratelli Orazio e Simone Messina, equipaggio affiatato che vuole ben figurare nella gara di casa; vettura gemella nella stessa classe per il nisseno Davide Scarlata e Michele Giancarlo Stellario. Tra le cilindrate fino a 1400 del gruppo N, ovvero in classe N1, due Peugeot 106 Rallye per due giovani equipaggi come Antonino Marco Briguglio e Gianluca De Clo in arrivo dalla costa jonica, oltre a Erik Giannetto ed Alessio Chillemi.
-“Il rally del Tirreno rappresenta pr molti equipaggi, soprattutto i più giovani, la prima sfida in notturna – ha spiegato Luca Costantino – saremo al loro fianco come al fianco dei più esperti ch lottano per la leadership importanti”.


La Scuderia Messina Racing Team è presente al Rally del Tirreno del 9 e 10 agosto con trenta equipaggi iscritti. Il sodalizio peloritano diretta da Mauro Amendolia e presieduto da Rosarioa Villari è quello più rappresentato in assoluto, oltre che in ogni categoria al Rally del Tirreno, prova dl Trofeo Rally Nazionali 6^ Zona e valido come prova del Campionato Siciliano Rally.
“L’elevato numero di portacolori in una gara che consideriamo il rally di casa è quasi naturale per chi crede e promuove il nostro sport – ha commentato la Presidente Rosaria Villari – anche se i nostri portacolori sono tanti siamo consapevoli del valore della concorrenza e di quanto sarà faticosa la gara in notturna, per cui siamo al lavoro per pianificare al meglio la competizione per ciascuno dei nostri equipaggi e questo implica uno sforzo non indifferente in termini di addetti, mezzi ed energie”.
Due vetture tra le scattanti Super 1600 la Fiat Punto di Giuseppe Alioto in corsa per la seri regionale, che sarà navigato da Roberto Gangemi, mentre sulla Renault Clio ci saranno Mario Lisa, già vincitore della gara nel 2007, affiancato da Daniele Di Giacomo. Con la Fiat 500 di gruppo R3T Maurizio Vazzano e Giuseppe Venuti, mentre il sempre aggressivo Maurizio Rizzo sarà al via della gara di casa con la Renault Clio Williams di classe A7 e Massimo D’Angelo alle note; nella stessa classe Maurizio Foti sulla Renault Clio sarà navigato dalla giovane ma già esperta Gemm Amendolia, sempre con le Clio in gruppo A ci saranno anche Giovanni Sottile ed Andrea Cariolo. Ad aprire il gruppo N sempre con la Renault Clio RS saranno i peloritani Nunzio e giuseppe Longo, stesse vetture per Tindaro Previti, Letterio Oliva, Stefano Liotta e Giovanni e Cristian Filippini. Altra categoria combattuta ed affollata la classe A6 dove svettano i nomi dei portacolori della scuderia messinese di Marco Calderone, Antonino Sofia e Giovanni e Stefano Saija, tutti su Peugeot 106 1.6 16V. Sempre su Peugeot 106 ma di classe 1600 gruppo N di classe N2, il milazzese Franco Alibrando navigato dall’inossidabile Vincenzo Aprile, come Antonio Costanzo e Giovanni Scolaro in coppia con l’esperto santagiolese Tino Pintaudi e Vincenzo Malvaso; Santino Crescente su Citroen Saxo come Giovanni ed Emanuele De Meo, Antonio e Cristina Finanze sulla Suzuki Swift. Giuseppe Calarese e Maurizio Cacciola saranno sulla Fiat Seicento Sporting in versione gruppo A classe 0, cioè per cilindrate fino a 1150. Ivan Germanà ed Antonino Presti saranno i due portacolori Messina rasoi Team in classe N1 con le Peugeot 106 Rallye.


Questi i portacolori della scuderia Sgb Rallye di San Piero Patti che si daranno battaglia nelle tre prove (Colli 4 Strade, Rometta, Roccavaldina) che verrano ripetute tre volte; il primo in ordine ti partenza sarà il veloce Giuseppe Schepisi a bordo della sua Renault Clio Williams gruppo A in coppia con l’esperto navigatore Rosario Siragusano che proverà a farsi valere in una numerosa ed agguerrita classe A7. A seguire in classe A6 sarà l’equipaggio composto da Gaspare Saija e Graziella Rappazzo a bordo di una potente ed agile Peugeot 106 gruppo A. Seguirà il giovane e veloce Alessio Pandolfino, in cerca di rivalsa dopo lo sfortunato ritiro dello scorso anno mentre era leader di classe RS4 a bordo della sua affidabile Peugeot 206 GT e navigato da Nicola Segreto. In gruppo A5 è la volta del veloce e titolato Nicol Ridolfo con alle note Antonio Tumeo già vincitori lo scorso anno ed in cerca di conferme a bordo della loro veloce Peugeot 106 Rally. Altro equipaggio da tenere d’occhio sarà quello composto da Paolo Celi e Giovanni Barbaro a bordo di una Peugeot 106 rally, in una agguerrita e nutrita classe N2 che conta altri 4 equipaggi della scuderia nebroidea. A seguire infatti prenderanno il via l’esperto e veloce Franco Schepis con a fianco Carmelo Finocchio e Daniele Pellegrino con alle note Massimo Giacobbe entrambi a bordo di performanti Peugeot 106 rally. Sempre in classe N2 ma su Citroen Saxo saranno Tindaro e Giacomo Ruggeri a provare a raggiungere le parti alte della classifica. Chiude in classe N2 ancora una volta a bordo di Peugeot 106 rally l’equipaggio al debutto con il colori Sgb composto da Giuseppe Insinga con alle note Mirko Lo Piano fresco vincitore del corso navigatori organizzato a maggio dalla scuola rally della scuderia Sgb. Ultimi due equipaggi a prendere parte al rally, non in ordine di importanza ma di classe, saranno il giovane e veloce Andrea Borrello navigato da Andrea Adamo su Peugeot 106 rally di classe N1 ed Emanuele Pellegrino con alle note Giovanni Chillè che porteranno al debutto una Peugeot 106 rally 1.100 di gruppo Racing Start e classe RS1.

Check Also

Covid-19 e cambiamenti climatici

Uno studio dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico e dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Cnr mostra …