domenica , Maggio 19 2024

Cronoscalata Chiaramonte Gulfi. La Salita dei monti Iblei raddoppia i suoi appuntamenti

Domenico Scola (Jonia Corse  Osella PA 2000 # 79Chiaramonte Gulfi – Comitato organizzatore già alacremente al lavoro ormai da alcune settimane, in vista della 57a Salita dei Monti Iblei di automobilismo, competizione considerata a ragione tra i “mostri sacri” della specialità qui in Sicilia e parecchio rinomata oltre Stretto (solamente la Coppa Nissena, tra le cronoscalate allestite annualmente con una certa assiduità nel panorama regionale, può ad esempio vantare un più elevato numero di edizioni ormai in archivio, esattamente 60). La “classicissima” con base logistica a Chiaramonte Gulfi, ridente cittadina del Ragusano nella quale, secondo la millenaria tradizione gastronomica siciliana, si “magnifica il porco” e si produce un olio d’oliva “dop” dalle qualità organolettiche ben conosciute ed apprezzate su tutto il territorio nazionale, è in programma esattamente tra tre settimane, ossia nel weekend incastonato tra venerdì 3 e domenica 5 ottobre.
Che si tratti di un appuntamento sportivo e culturale estremamente importante per la comunità chiaramontana e, più in generale, ragusana, ciò è confermato dalla sua validità, riconosciuta ancora una volta quest’anno da Aci Csai, nonostante la cronoscalata non si fosse disputata nel 2013. La 57a Salita dei Monti Iblei rappresenta infatti la terz’ultima tappa del Tivm Sud, il Trofeo italiano velocità montagna, categoria considerata “anticamera” del Tricolore ed assai ben frequentata da piloti di valore ed esperienza, in senso assoluto. E’ comprovata, altresì, la sempre gradita valenza per il Campionato siciliano Aci Csai della specialità, mentre la novità è poi rappresentata dall’istituzione di una speciale Coppa Monti Iblei in esclusiva per le Autostoriche (i cui proprietari-piloti saranno tenuti a corrispondere solo la somma di 100€ per formalizzare la propria adesione alla prova riservata alle vetture “ancienne”, una competizione nella competizione). A proposito, le iscrizioni alla gara sono già aperte da un paio di giorni e potranno essere inoltrate dai futuri concorrenti sino alla mezzanotte del 29 settembre prossimo.
Grosse novità pure per quanto concerne lo staff organizzatore. A prendere infatti saldamente in mano le redini della 57a Salita dei Monti Iblei ed a curare pertanto i principali aspetti tecnici e logistici di una sfida agonistica considerata tra le più prestigiose in campo regionale, è ora da quest’anno il Team Palikè Palermo, con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario e Roberto Cirrito, un’ esperienza ultratrentennale nel mondo delle corse. A collaborare in maniera significativa ed a delegare sul territorio le esigenze del sodalizio del capoluogo isolano è ancora la neonata Associazione Pro Monti Iblei, presieduta dalla dinamica Elga Alescio, comitato che ha di fatto contribuito nei mesi scorsi a ‘salvare’ la validità per il Tivm ed a porre le basi per la regolare disputa della Monti Iblei 2014. Sono stati pertanto premiati l’impegno, il sacrificio e la voglia di riportare concretamente la ‘classica’ ragusana ai fasti che merita.
Determinante, altresì, l’intervento concreto dell’Amministrazione comunale di Chiaramonte Gulfi, con in testa il sindaco Vito Fornaro, che ha concesso il proprio patrocinio alla cronoscalata ed assicurato un cospicuo sostegno economico alla stessa, nonostante il bilancio comunale ufficiale debba ancora essere approvato per il 2014 (ma lo dovrebbe essere a breve).
E’ ancora ovviamente presto per parlare dei protagonisti della 57a Salita dei Monti Iblei, ma è già annunciata la presenza a Chiaramonte Gulfi di numerosi “big” delle cronoscalate dell’Italia meridionale, con in testa il giovane cosentino “nipote e figlio d’arte” Domenico Scola (il nonno, “don” Mimì Scola, si aggiudicò la Monti Iblei 32 anni orsono, nel 1982), vincitore nella città dell’olio nel 2012 ed attuale capoclassifica provvisorio nel Trofeo gruppo E2B per il Tivm Sud, sulla Osella PA 2000 Evo Honda della Jonia Corse Giarre. Voci da confermare vorrebbero inoltre certa la presenza alla Monti Iblei dei velocissimi catanesi Domenico Cubeda (anche lui su Osella PA 2000 Evo Honda “griffata” Cubeda Corse, recente vincitore in Abruzzo nella crono Svolte di Popoli, il quale insegue lo stesso Scola nel gruppo E2B) e Giuseppe Corona (su Osella PA 21S Honda, Cubeda Corse), sorprendente attuale leader nel gruppo CN per il Tivm Sud al debutto, quest’anno, con la biposto torinese, dopo un passato trascorso al volante della sua Honda Civic Type R. Immancabile, poi, la presenza, nell’amata gara di casa, dell’esperto comisano Gianni Cassibba, per l’ultima volta in trionfo nella Monti Iblei nell’ormai lontano 2005. Cassibba dovrebbe portare in gara la versione riveduta e corretta del prototipo Clw Wolf GB08 Mugen. Ma ne sapremo ovviamente di più nelle prossime settimane.
Pressoché immutato il tradizionale e collaudato percorso di gara da 5,500 km (unica variante un allungamento di 100 metri, nei pressi della partenza). La Salita dei Monti Iblei numero cinquantasette si disputerà sul selettivo tracciato articolato lungo una parte della strada provinciale 7, compresa tra i comuni di Comiso e Chiaramonte Gulfi (con “intersezione” sulla strada provinciale 108). Lo “start” è individuato nelle immediate adiacenze della zona artigianale del paese, mentre la bandiera a scacchi verrà sventolata in prossimità del centro abitato di Chiaramonte Gulfi, non lontano dalla via Togliatti, non prima che i concorrenti abbiano attraversato una parte della Circonvallazione, sulla provinciale 8. Autentica “icona” e simbolo della Monti Iblei sarà ancora una volta la grande edicola votiva ‘quadrifronte’ di contrada Quattro Cappelle, a poche centinaia di metri dall’ingresso della cittadina. La centralissima piazza Duomo, ‘salotto buono’della cittadina ragusana, ospiterà il parco chiuso a fine manifestazione, a due passi dal Municipio, ma proprio dinanzi la Basilica di Santa Maria La Nova, Chiesa madre di Chiaramonte Gulfi.
La 57a Salita dei Monti Iblei entrerà comunque già nel vivo venerdì 3 ottobre, con le rituali verifiche sportive (in programma dalle 11.00 alle 13.00, poi dalle 14.30 alle 19.30 nei suggestivi locali della Sala comunale polivalente “Leonardo Sciascia”, l’ex Chiesa di San Francesco, attigua al Municipio, in corso Umberto I) e quelle tecniche (a loro volta previste sempre venerdì 3 ottobre dalle 11.30 alle 13.30, nonché dalle 15 alle 20 nella centralissima e già citata piazza Duomo. Le prove ufficiali si terranno sabato 4 ottobre a partire dalle 9.30, mentre la prima tra le due manche in agenda scatterà sempre alle 9.30, ma di domenica 5 ottobre.
La chiusura del percorso al normale transito veicolare verrà applicata sabato 4 e domenica 5 ottobre, a partire dalle 7. La direzione di gara sarà affidata in questo caso all’esperto internazionale ennese Alessandro Battaglia. I concorrenti saranno infine premiati dagli organizzatori, subito a fine manifestazione, nella citata Sala comunale polivalente “Leonardo Sciascia”.

Check Also

La strategia di sopravvivenza dei coralli tropicali al clima che cambia

Studi condotti dal Consiglio nazionale delle ricerche su esemplari di coralli tropicali hanno permesso di …