sabato , Luglio 24 2021

Torna a Pergusa il Gran Premio del Mediterraneo

KaramyshevENNA – Si concluderà il 28 settembre a Pergusa con la disputa della nona e decima gara l’European Touring Car Cup, che sarà ospitato nel corso della 42a edizione del Gran Premio del Mediterraneo. Il “contenitore” allestito dal Consorzio Autodromo di Pergusa vedrà impegnati anche i piloti del Campionato Italiano Turismo Endurance, della Green Hybrid Cup, disputata da vetture alimentate a GPL, del Trofeo Abarth Italia ed Europa e del 700 event.
Per il secondo anno la prestigiosa European Touring Car Cup FIA riporterà l’automobilismo che conta intorno al lago di Pergusa con oltre 30 piloti iscritti provenienti da 16 nazioni europee.
Nelle due gare ennesi si rivedranno alcuni dei protagonisti dello scorso anno: il pilota ceco Petr Fulin (BMW T2C), leader della classe Super 2000 e lo slovacco Mat’o Homola, attualmente secondo nella classe regina dell’ETCC, la T2CT, alle spalle del russo Nikolay Karamyshev (Chevrolet)
Nelle otto gare disputate nel corso dei quattro appuntamenti che hanno preceduto la gara di Pergusa (Le Castellet, Brno, Salzburgring e Spa) cinque successi nella classe T2CT sono andati a Karamyshev ed uno ciascuno a Homola, all’ucraino Skuz ed al russo Grachev. Molto combattura la classe S1600 con il lussemburghese Bruckner avanti di due soli punti davanti alla tedesca Ulrike Krafft, ovviamente leader tra le “dame”. Nel Trofeo monomarca riservato alle Seat Leon tutto è ancora da decidere, con quattro piloti matematicamente in gioco, guidati dal finlandese Aku Pellinen .
Nelle gare del RacingWeekEnd organizzato da Acisport si correrà il sesto round del Campionato Italiano Turismo Endurance. Comandano Paolo Meloni e Max Tresoldi sulla BMW M3 della W&D, davanti a Giancarlo Busnelli, sulla Seat Leon Cupra LR della DTM ed a Matteo Ferraresi.
In Super 2000 il capoclassifica è Filippo Zanin (BMW 320 Promotorsport).
Nel Trofeo Abarth Selenia Europa che si disputa con le Abarth 695 Assetto Corse Evoluzione guida lo svedese Niklas Lilja davanti al nostro Campani, mentre tra le 500 comanda il finlandese Pajuranta.
Anche nella Green Hybrid Cup sarà la pista ennese a decidere il Campione Italiano Energie alternative 2014. Al leader Gabriele Torelli manca la consacrazione matematica, che solamente il noto giornalista di Striscia La Notizia, Jimmy Ghione, ha la possibilità di togliergli. Tra gli iscritti al campionato, che si disputa con le Kia Venga alimentate a GPL figura anche l’ex pilota Ferrari Arturo Merzario.
Il programma del week end del 42° Gran Premio del Mediterraneo prevede per sabato mattina le sessioni di test e prove libere di tutte le categorie, mentre le prove di qualificazione avranno inizio alle 14,10. Domenica dopo il Warm Up dell’ETCC, il via alle doppie gare delle prime 4 categorie, con la gara unica del 700 event che chiuderà le ostilità alle ore 17.

Check Also

Ipotesi vulcanica per i ‘terreni caotici’ su Marte

I ‘terreni caotici’ sono aree della superficie di Marte caratterizzate da una complessa morfologia che …