giovedì , Gennaio 20 2022

Cronoscalata del Santuario sul percorso della Cefalù-Gibilmanna

Cefalù-GibilmannaCefalù 14 ottobre – Saranno circa 90 i piloti che a partire da sabato daranno vita all’edizione del ritorno della Cronoscalata del Santuario, che si disputerà sul mitico tracciato della Cefalù-Gibilmanna, gara che negli anni 80 fu valida anche per il Campionato Europeo della Montagna. Il “Comitato Promotore I Normanni”, che insieme all’Automobile Club Palermo cura l’organizzazione della manifestazione cefaludese, sta definendo gli ultimi particolari in vista delle operazioni di verifica che si svolgeranno sabato 18 dalle 10,30 alle 18 presso il Bar Eolo e La Tavernetta, nell’area del nuovo porto di Cefalù.
L’importanza della gara ed il fascino del percorso hanno finito per attrarre un lotto di partenti ben qualificato sia nella gara valida per il Campionato Siciliano Autostoriche che in quella per le vetture Moderne. Nella prima sono già confermate le presenze delle biposto corsa di Totò Riolo con la Stenger 2000, delle Osella di Ciro Barbaccia e di Piero Lottini, della Luchini di Manlio Munafò e della Olmas di Paolo Cantarella. Nel 3° Raggruppamento ci saranno le Porsche di Natale Mannino, Antonio Stagno, e Geraci, la R5 Maxi Turbo di Pippo Savoca, le Silhouettes di Altopiano e Cristodaro, la Talbot Lotus di Di Laura e la BMW di Avitabile. Sempre Porsche in evidenza nel 2° Raggruppamento con le 911 di La Franca, Picciurro, Spinnato, Viola ed Adragna, mentre il favorito nel 1° resta Gaetano Gioè, anche lui con una vettura di Stoccarda. Tra le “moderne” al momento sono da citare l’Osella 2000 di Mario Rotolo, la Gisa 3000 di Angelo Miccichè e Formula Azzurra di Prestianni. L’elenco definitivo sarà diffuso giovedì.
I motori inizieranno a rombare domenica 19 mattina alle ore 9 con la disputa delle prove ufficiali, cui subito dopo farà seguito la gara vera e propria che si disputerà su un percorso di ben 11800 metri, molto vicino ai 12500 metri del tracciato sul quale a partire dal 1978 (vittoria della Chevron del francese Michel Pignard) si disputarono alcune delle più belle edizioni valide per il Campionato Europeo.

L’Albo d’Oro della Cefalù-Gibilmanna
1968 km 10,800 Pietro Lo Piccolo Ferrari Dino 5′ 59″50;
1969 km 14,000 Mario Spadafora Abarth 2000 8′ 23″30
1970 km 14,000 Nino Vaccarella Abarth 2000 7′56″30;
1971 km 14,000 “Amphicar” Abarth 2000 7′54″50;
1972 km 14,000 Mauro Nesti Chevron B/27 7′37″10;
1973 km 14,000 “Amphicar” Chevron B/23 7′34″20;
1974 km 14,000 Mauro Nesti Lola Bmw 7′16″50;
1975 km 14,000 “Gianfranco” Osella PA 3 7′29″50;
1976 km 14,000 Gabriele Ciuti Osella PA 5 7′13″40
1977 km 12,500 Mauro Nesti Lola Bmw 6′56″00
1978 km 12,500 Michel Pignard Chevron B/36 6′36″10
1979 km 12,500 Enrico Grimaldi Osella PA 7 6′56″40
1980 km 12,500 Jean Luis Bos Lola T/298 6′42″00
1981 km 12,500 Enrico Grimaldi Osella PA 7 6′56″40
1982 km 12,500 Benny Rosolia Osella PA 9 6′36″20
1983 km 12,500 Mauro Nesti Osella PA 9 6′24″20
1984 km 12,500 Benny Rosolia Osella PA 9 6′22″80
1985 km 12,500 Mauro Nesti Osella PA 9 6′26″60
1986 km 12,500 Benny Rosolia Osella PA 9 6′33″89
1987 km 12,500 Mauro Nesti Lucchini Bmw 6′28″04
1988 km 12,500 Benny Rosolia Osella PA 9 6′33″47
1989 km 12,500 Mauro Nesti Osella PA 9 6′28″84
1990 km 12,500 Mauro Nesti Osella PA 9 6′31″65
1991 km 12,500 Giovanni Cassibba Osella PA 9/90 6′56″27
1992 km 12,500 Antonio Iaria Osella PA 10 6′53″70
1993 km 12,500 Antonio Iaria Osella PA 10 7′02″27
1994 km 12,500 Antonio Iaria Osella PA 10 6′44″88
2007 km 7,800 Angelo Diana BMW 2002 TI 6’04.94
2008 km 7,800 Francesco Corallo Osella 4’41”11
2012 km 9,500 Ciro Barbaccia Osella BMW 5’40”34

Check Also

La misura 3D del mercurio gassoso

Il mercurio è riconosciuto dall’Organizzazione mondiale della sanità come un inquinante globale. Per questo il …