sabato , Aprile 20 2024

Aidone. La festa di San Filippo Apostolo

La festa di San Filippo Apostolo
I° maggio – Santuario di S.Maria Lo Plano
Testo di Umberto Digrazia

Dal documento manoscritto del canonico Luciano Palermo del 1879 si rileva che il 4 dicembre 1633 il Vicario della Diocesi di Catania Don Francesco D’Amico visitò la Chiesa sacramentale di S.Maria Lo Plano, con le statue di S.Filippo, S.Giacomo, con il Reliquiario d’argento di detti apostoli con tutti i suoi privilegi; tale Reliquiario fu benedetto il 10 maggio 1631 a Regalbuto in corso di una sacra visita. Il primo maggio di ogni anno la statua di S.Filippo Apostolo viene portata in processione per tutte le vie del paese; tale reliquiario e statua sono custoditi nell’apposita Cappella di S.Filippo con tre chiavi,una delle quali la tiene il Procuratore e le altre due i Maestri di detta Chiesa.

Il culto per San Filippo Apostolo, ad Aidone, ebbe inizio nel 1633 e il 19 maggio 1640 venne rilasciato il Privilegio dal Vescovo di Catania. Dal manoscritto del canonico Palermo si constata che il culto per San Filippo Apostolo era sempre accompagnato da ricche elemosine tanto che nella festa del I maggio del 1727 venne raccolta la consistente somma di Onze 6 tarì 9 grana 10 e che la Congregazione dei Venerdì Santo godeva di un censo enfiteutico perpetuo per testamento del Barone della Cavalleria Gianfilippo Calcagno.

Da ogni parte della Sicilia ed in particolar modo dai Comuni “dei Lombardi” come San Fratello, Enna, Nicosia, Troina, Sperlinga, Gagliano, Cesarò, Capizzi, Assoro, Piazza Armerina, Agira, partivano una moltitudine di fedeli per recarsi al Santuario di San Filippo Apostolo, anche denominato “UNIIR” in quanto nel 1801 venne realizzata una nuova statua in ebano con lavorazione a foglia d’oro(in ginocchio?).

Ormai da tanto tempo la festa del 1° maggio in parte supera quella del Patrono San Lorenzo martire e della Compatrona S.Maria delle Grazie, in quanto coincide con quella antica riservata alla Dea Demetra. Infatti, nel mese delle rose e dei fiori, i campi di grano appaiono come tante onde del mare, si racconta che l’ultima pioggia di primavera scende su Aidone, come un segno di benedizione da parte di San Filippo Apostolo.

I pellegrini, a piedi o con le macchine, secondo il voto da sciogliere ,cominciano ad arrivare a piccoli gruppi fin dal pomeriggio della vigilia e fino a notte inoltrata. L’affluenza maggiore si ha tra le ore 7,00 e le ore 13,00 del I maggio.

Check Also

Aidone – San Lorenzo l’amatissimo

Aidone – Gli aidonesi, da tempo immemorabile, festeggiano l’amatissimo martire San Lorenzo il 10 agosto: …