sabato , Giugno 15 2024

“L’ora degli incappucciati. La Settimana Santa di Enna tra confraternite e tradizioni” di Ilaria Lombardo

Fede, cultura, bellezza. Ma anche costumi, credenze, folclore, in un intreccio di religiosità e tradizione popolare nel cuore antico e vivo della Sicilia.
“C’è questo e molto altro ne “L’ora degli incappucciati. La Settimana Santa di Enna tra confraternite e tradizioni”, il nuovo libro di Ilaria Lombardo, in libreria e negli store online dal prossimo 12 aprile.

In un mirabile mosaico di ricerche storiche e documentarie, testimonianze e ricordi personali si snoda la scrittura di un testo che si può leggere agevolmente come un racconto e come un saggio di storia.
Emerge tra le righe la necessità di fornire ai lettori un utilissimo strumento di comprensione degli eventi legati alle celebrazioni pasquali ennesi ma, allo stesso tempo, la volontà di catturarli e tirarli dentro attraverso il flusso delle emozioni, la magia dei suoni, il fascino delle storie e delle leggende. Le storie delle confraternite e il ruolo che esse rappresentano per il tessuto sociale della città di Enna.
Questo libro nasce dall’attaccamento viscerale dell’autrice alle sue radici, alle sue tradizioni e al desiderio che non vadano perdute. Ma anche quello di trasferire non solo la conoscenza di queste tradizioni, che per la loro bellezza costituiscono un patrimonio universale, ma quello, più ambizioso, di condividerle con tutti anche con chi non ne conosce nemmeno l’esistenza.
Perché il compito di chi si occupa di storia, ma anche da semplici cittadini di questa terra meravigliosa, è quello di conservarne la memoria.

Ilaria Lombardo. Nasce a Enna, nell’entroterra siciliano, nel 1989, da mamma Palma e papà Giuseppe. Laureata in Giurisprudenza.
Trascorre l’infanzia “all’ombra del campanile del duomo di Enna”, ascoltando i racconti del parroco monsignor Francesco Petralia e degli anziani del luogo, dediti a tramandare le tradizioni.
Matura l’amore per la storia e le tradizioni della città, partecipando alle attività dell’associazione “Eracle storia-arte e cultura”. Fondata dai fraterni amici Mario e Claudia e grazie anche alla vicinanza alla vita delle confraternite.
Nel 2010 conosce Mario, che diviene complice e compagno nella vita e nelle ricerche sulla sua Enna.
Nel gennaio 2020 è stata la prima donna nominata presidente di un gruppo interno a una confraternita, ovvero il collegio dei procuratori del santuario Maria SS. di Valverde, dell’omonima confraternita.
Oggi continua a scrivere, nel silenzio della sua casa, raccogliendo aneddoti e documenti da ogni dove con il desiderio di raccontare molte altre storie di vita e di tradizioni.

Check Also

Salvo solo i bambini

Romanzo di Simona Santoro e Duccio Curione. Il fascino della città di Palermo e l’orrore …