venerdì , Aprile 19 2024

Nevralgia del Trigemino

Il trigemino è il nervo che porta al cervello le informazioni percepite a livello del volto o meglio delle zone innervate da questo quali: fronte, occhio, mandibola fino al mento e parte superiore della guancia. Il trigemino è costituito, in realtà, da una coppia di nervi che si diramano sia a destra che a sinistra nella testa; tuttavia, nella maggior parte dei casi, la nevralgia colpisce un solo lato del volto; più comunemente il lato destro. Questo disturbo è caratterizzato da piccole crisi di dolore di breve durata (da pochi secondi fino a 1-2 minuti); il dolore della crisi è acuto e viene spesso descritto come una scossa mentre tra un attacco e l’altro può persistere un dolore sordo. In sostanza la nevralgia del trigemino si presenta con una sensazione di formicolio o intorpidimento facciale che si trasforma in un dolore urente, estremo o simile ad una scossa elettrica. Le crisi possono essere scatenate durante la rasatura o l’applicazione del trucco o l’applicazione della dentiera o con la spazzolatura dei denti o quando si mangia, si parla, si sorride o con l’esposizione ad un clima freddo. Anche lesioni cerebrali, sclerosi multipla, traumi e meno comunemente tumori (che comprimono il nervo) possono essere responsabili dello scatenamento della nevralgia anche soprattutto se il soggetto è avanti con l’età. La neuropatia è più frequente nei soggetti di età superiore ai 50 anni e interessa maggiormente il sesso femminile. Convivere con la nevralgia del trigemino può essere difficile perchè questa incide sulla qualità della vita. l trattamento inziale della nevralgia trigeminale è medico e consiste nell’assunzione di alcuni farmaci appartenenti alle categorie dei farmaci antiepilettici e antidepressivi. Quando i farmaci non sono efficaci o non sono tollerati si ricorre ai trattamenti chirurgici e radiochirurgici.
Dott. Rosario Colianni

Check Also

Cambiamento climatico: un fattore di rischio importante per l’asma in Italia

Cambiamento climatico: un fattore di rischio importante per l’asma in Italia Individuata una correlazione tra …