mercoledì , Maggio 22 2024

IMPAVIDARTE LA BIENNALE DELLA CULTURA 2022/2023 – BILANCI DI UN SUCCESSO

Cala il sipario sulla IV edizione del Concorso Artistico Letterario “Impavidarte – la Biennale della Cultura”. Un evento che si è caratterizzato per una massiccia presenza sia di opere (quasi 1400) che per le presenze nelle giornate del 13 e 14 ottobre, con un pubblico variegato proveniente da tutta Italia e non solo. I conduttori Anna Vetri, Marzia Marassà e Franco Occhipinti della Compagnia teatrale il Girasole guidati sapientemente da Gaetano Di Dio hanno letteralmente incantato il pubblico sia nei momenti di conduzione che nelle letture delle opere.

Il Concorso ha goduto della collaborazione del Comune di Nicosia, della Confcommercio sezione Caltanissetta-Enna (la sezione di Nicosia ha collaborato creando un momento conviviale durante la seconda sera con una spaghettata), l’Associazione Obiettivo Famiglia – Federcasalinghe di Nicosia che ha organizzato un sontuoso buffet per la prima sera e del blog Germinal – la controvoce che ha curato tutta la parte promozionale oltre ad essere stata presente nel folto calendario dei due giorni con la presentazione dell’omonima casa editrice. La famiglia Calò ringrazia tutti gli uomini e le donne di buona volontà per il loro contributo dato per la buona riuscita dell’evento, in particolar modo l’Assessore Nando Zappia e Aldo La Ganga per il loro impegno affinché il Concorso rimanesse a Nicosia e, soprattutto, Giovanna Giordano, presenza speciale e importante che ha dato quel quid in più alle serate. Un ringraziamento speciale anche a Carmelo Sillicato, maestro del legno, per aver realizzato i premi consegnati ai vari vincitori.

La prima sera si è caratterizzata per una serie di interventi introduttivi e attestati di stima rivolti agli organizzatori, oltre al sindaco e vicesindaco, sono intervenuti Aldo La Ganga, Antonio Insinga – presidente della Confcommercio Nicosia – che ha definito Impavidarte l’evento culturale ed economico più importante di Nicosia, Mariella Maria, presidente dell’associazione Obiettivo Famiglia – Federcasalinghe di Nicosia e sono stati letti saluti e riflessioni da parte del già sindaco di Nicosia Piergiacomo La Via e della deputata nazionale Chiara La Porta. Questa prima sera è stata dedicata alle opere inedite e ad aggiudicarsi il podio sono stati i seguenti:

sezione 1 – poesia inedita in Italiano

1’ posto Antonella Crimì – Avevamo
2’ posto Sonia Impalà – Maledette favole
3’ posto Emanuela Romano – Sotto le mura di Ilio
Premio critica Antonella Alberghina – Ombre
Premio critica Salvatore Dote – Quattro stracci
Premio critica Sofia Irato – Se fossi albero

 

Sezione 2 – poesia inedita in dialetto

1’ posto Giuseppe Bellanca – E stringi ancora
2’ posto Gioacchino Florio – Campusantu senza cruci
3’ posto Salvatore Gazzara – ‘Dda seggia
Premio critica Giovanni Pulci – Avaru
Premio critica Giuseppe Tumino – Iu nannu

 

Sezione 3 – racconto breve inedito in italiano

1’ posto Sara Gonnella – Là fuori il tempo è bellissimo
2’ posto Fabrizio Mineo – Piacere Estremo
3’ posto Maria Concetta Preta – La salamandra
Premio critica Valeria Arieti – Corpo di Farfalla
Premio critica Laura Esposito – Il vaso

 

Sezione 4 – romanzo breve inedito in italiano

1’ posto Claudio Alessandro Colombrita – Il cane e il bambino
2’ posto Margherita Bianco – Infanzia luci ed ombre
3’ posto Non assegnato
Premio critica Salvatore La Moglie – Povera Squola

 

La prima serata, inoltre, si è caratterizzata per la consegna di un premio alla memoria del poeta Leonfortese Nello Sciuto e per un premio speciale conferito al giornalista Giuseppe Primavera, già direttore della testata online Vivienna.it

Un premio Speciale, denominato Premio Milo in ricordo di un cagnolino barbaramente ucciso, è stato consegnato a Claudio Alessandro Colombrita per l’opera “Il cane e il bambino”.

Erano presenti e sono stati menzionati speciali anche i seguenti Autori con le seguenti opere: Valentina Mariana Scroppo (Il volto di un’artista), Maria Grazia Calì (A Luna), Marco Abbate (Afa), Salvatore Alaimo (Lu Viuolu), Salvatore Gazzara (Tirreni Calurusi), Pina Granata (Certi tunnel).

Per ovvia correttezza degli autori che hanno fatto diversi chilometri per arrivare a Nicosia non sono riportati i nomi di chi ha ricevuto menzione ma era presente attraverso un delegato, cosa che, comunque, faceva perdere il diritto a ricevere i premi speciali come da bando.

Durante la serata è stata, inoltre, letta la poesia in greco moderno “Molti i perché” del poeta Christos Sanos, partecipante e menzionato speciale del Concorso, la cui lettura è stata curata da Sabrina Billone.

La seconda giornata di premiazione ha avuto inizio nel primo pomeriggio con la proiezione dei cortometraggi e delle video-poesie degli autori che avevano confermato la propria presenza alla manifestazione. A seguire è stata presentata la casa editrice Germinal con la presenza deli autori dei primi 9 “Quaderni di Germinal”, dei piccoli saggi o raccolte di articoli di diversi autori.

A seguire si è dato il via alla seconda serata con gli interventi di saluto dell’amministrazione e la lettura di un messaggio rilasciato dalla deputata nazionale Eliana Longi. Dopo di ciò uno spazio è stato dedicato ad un dialogo con Giovanna Giordano curato da Gabriella Grasso, momento di grande confronto e ricco di spunti di riflessione.

La cerimonia di premiazione vera e propria si è aperta con la consegna di una menzione speciale all’ I.C. Giovanni XXIII di Sava (Taranto) per la videopoesia “Io Sfido” che ha ricevuto anche un premio speciale dato a ciascun ragazzo partecipante e ai due professori coordinatori del progetto, ovvero Roberto Bascià e Rosaria Fiorellino, un momento che ha letteralmente incantato i presenti.

Questa seconda sera è stata dedicata alle opere edite e al Premio Calò e ad aggiudicarsi il podio sono stati i seguenti:

Premio Calò sezione 5a – dipinti

1’ posto Angela Castellano – Specchiarsi in se stessi
2’ posto Giuseppe Galati – Ficodindia su vecchio muro
3’ posto Vanessa Cacioppo – Volto
Premio critica Maurizio Cacioppo – Caffè degli artisti

 

Premio Calò sezione 5b – fotografie e fotomontaggi

1’ posto Carmelo Tempio – Sul Naviglio
2’ posto Fabio Filomena – Approdo
3’ posto Francesco Capuano – Un tributo russo ai fratelli Lumiere
Premio critica Jacopo Casanova – Tuffi di fine estate

 

Premio Calò sezione 5c – cortometraggi

1’ posto Umberto Squitieri – Dentro di me
2’ posto Giuseppe Di Gangi – Il clown
3’ posto Brunella Audello e Vittorio Dabbene – Faremo Sapere
Premio critica Giuseppe Di Gangi – Il clown

 

Premio Calò sezione 5d – videopoesia

1’ posto Lolita Rinforzi – Vivere per amare
2’ posto Emanuele Prisciandaro – Terrena Ipocrisia
3’ posto Marco Singh – Inniò
Premio critica Epifania Grazia Campagna – Cercami

 

Sezione 6 – premio Pop il gioco della musica

1’ posto Daniele Mele – Love the way you are
2’ posto Alessandra Lumachelli – Kangoo
3’ posto Daniele Mele – Angel
Premio critica Daniele Mele – Love the way you are

 

Sezione 7 – prosa edita in lingua italiana

1’ posto Matteo Molino – Profugo
2’ posto Davide Frizziero – Sabbia di mare
3’ posto Bonelli Maddalena – A Calci e morsi
Premio critica Maria Concetta De Marco – Ali blu
Premio critica Daniela Trovato – Avrei voluto parlarti di me

 

Sezione 8 – poesia edita

1’ posto Giuseppe Tringale – La petite rue
2’ posto Ornella Gatti – Se lo sguardo è da un oblò
3’ posto Panarello Caterina – Frammenti di un’anima inquieta
Premio critica Rita Stanzione – Da quassù (la Terra è bellissima)
Premio critica Giulia Provera – la solita follia

 

Un premio speciale è stato conferito alla Famiglia Cacioppo – De Marco per il loro impegno nell’arte che li ha portati ad ottenere importanti e prestigiosi risultati in diversi concorsi (tra i quali anche in alcune edizioni di Impavidarte).

Erano presenti e sono stati menzionati speciali anche i seguenti Autori con le seguenti opere: Corrado Tringali (Il grande rituale), Carmelo Tempio (Nevica), Alessandra Caroselli (The Dreamers), Anna Maria Deodato (Fili Interrotti), Giovanna De Vita (in trincea sbocciano i fiori), Riccardo Di Leva (Le trasparenze dell’acqua), Rossella Balsamo (Sulle rive del lago).

Per ovvia correttezza degli autori che hanno fatto diversi chilometri per arrivare a Nicosia non sono riportati i nomi di chi ha ricevuto menzione ma era presente attraverso un delegato, cosa che, comunque, faceva perdere il diritto a ricevere i premi speciali come da bando.

Durante i due giorni, inoltre, è stato possibile ammirare le opere menzionate nella sezione dipinti e fotografie.

Visto il grande successo che si è ormai consolidato negli anni, l’organizzazione tutta è al lavoro per la quinta edizione di Impavidarte, che costituirà la Biennale della Cultura 2024/2025.

 

Check Also

Il sindaco di Gagliano C.to presenta il suo nuovo libro “Cenere”

Gagliano Castelferrato. Sarà presentato domani alle 19, all’auditorium “Aldo Scialfa”, il terzo romanzo di Vincenzo …