sabato , Luglio 24 2021

Decisione del Vaticano: Enna è Diocesi. Accorpa le Diocesi di Nicosia e Piazza Armerina

Enna – Quella che qualche anno fa era solo una diceria, da poche ore è diventata notizia ufficiale, infatti su decisione del Santo Padre Benedetto XVI ad Enna è stata eretta la Diocesi.
Un decisione importantissima nel panorama ecclesiale siciliano, ma non solo perché questa decisione già nell’aria da quasi un mese ha trovato l’ufficialità anche nelle parole di mons. Giuseppe Rabita, responsabile della comunicazione della Diocesi di Piazza Armerina e diretto portavoce del Vescovo Mons.Pennini, il quale conferma che in ogni caso la sede estiva del Vescovo comunque resterà Montagna Gebbia, in territorio di Piazza Armerina.

Nella mattinata di ieri nell’Aula del Sinodo in Vaticano in occasione della “Giornata di Riflessione e di Preghiera” convocata da Benedetto XVI, alla quale hanno partecipato i Membri del Collegio Cardinalizio, il Cardinale Angelo Sodano ha ringraziato il Santo Padre per aver convocato questa giornata particolare; la convocazione del Concistoro ha detto ancora il Decano del Collegio Cardinalizio, come ci rivela quanta attenzione Vostra Santità attribuisca al Collegio. Da parte di tutti noi c’è sempre l’impegno di corrispondere alla missione che la Chiesa si aspetta da noi, lo stesso Cardinale Sodano ha espresso la sua gioia sul fatto che l’opera pastorale possa coinvolgere da oggi una nuova casa del Signore a seguito della nuova Diocesi di Enna che il nostro Papa ha voluto formare, con insediamento dal due luglio, giorno dei festeggiamenti della Patrona della città di Enna.

Nella sua consueta relazione letta a tutti i Cardinali, Benedetto XVI , nel nominare Enna Diocesi ha sottolineato la particolare abnegazione e il lavoro fatto dall’ennese Salvatore Martinez, coordinatore nazionale di Rinnovamento dello Spirito e Presidente della fondazione “Istituto di Promozione Umana mons. Di Vincenzo” e citando le parole di San Paolo nella Lettera agli Efesini “non siete più stranieri né ospiti, ma concittadini dei santi e familiari di Dio”, Papa Benedetto scrive: “Questo sublime ritratto di una vita di comunione impegna tutti gli aspetti della nostra vita come cristiani e per voi, in modo particolare, si traduce nella sfida di veder coinvolta una nuova realtà come quella della nuova Diocesi di Enna”, il Santo Padre ricorda inoltre che “il Decreto del Concilio Vaticano II ‘Inter Mirifica’ aveva già riconosciuto ad Enna l’opportunità di ricevere la “Casa del Pastore” e ci rendiamo conto, più che mai, dell’urgente necessità di convogliare in questo luogo di centralità geografica e culturale i fedeli dell’entroterra siciliano”.

Non appena venuta a conoscenza della decisione della Santa Sede S.E. Mons. Pennisi, sembrerebbe che abbia, come avuto notizia da bene informati, già, così, scritto al Santo Padre Benedetto XVI: Nel nostro tempo, in cui il secolarismo sta rapidamente sviluppandosi, il cristianesimo si trova di fronte a grandi sfide che necessitano di una comune testimonianza e la nuova Diocesi da Sua Santità eretta sarà in grado di svolgere questo cammino di fede.

La decisione di elevare il capoluogo ennese a Diocesi non è però la sola decisione arrivata dal Vaticano; infatti, cambia il panorama ennese e nisseno nella sistemazione delle Diocesi esistenti, perché Enna comprenderà le attuali diocesi di Piazza Armerina (una parte) e Nicosia e mentre Gela passerà con Caltanissetta, solo Calascibetta resterà a far parte della Diocesi nissena; un vero e proprio cambiamento radicale che muoverà senza dubbio anche i Vescovi.

Con un poco di sorpresa a condurre la via Pastorale ad Enna sarà Monsignore Salvatore Pappalardo, Vescovo di Enna (superficie. 3.181; popolazione Diocesi: 292.390; parrocchie 106; sacerdoti: 1.316; diaconi permanenti: 13).
Il Vescovo eletto è nato a Nicolosi (Ct) il 18 Marzo 1945, ordinato Presbitero nel giugno del 1968, eletto Vescovo di Nicosia il 5 Febbraio 1998.
Promozione, invece, per il già Vescovo di Piazza Armerina, Mons. Michele Pennisi, eletto Vescovo il 12 Aprile 2002; per lui, infatti, si profila una nomina a futuro Cardinale di Palermo, una promozione già nell’aria da qualche tempo.

Molti i commenti sulla decisione di creare la Diocesi di Enna, eliminando le due esistenti di Nicosia e Piazza Armerina, a cominciare dal Vicario Foraneo di Enna Mons. Francesco Petralia: Credo che sia una decisione che fa onore all’intera provincia, dispiace che sia arrivata solamente ora; mons. Spina, invece, ha voluto ringraziare Salvatore Martinez per l’impegno profuso negli anni, giorno dopo giorno e che ora ha portato i suoi frutti.

Sprizza di gioia il primo cittadino ennese, Rino Agnello, che ha già espresso la propria disponibilità a mettere a disposizione i locali dell’ex Albergo Belvedere come sede della Diocesi, e appena pronti quelli dei Benedettini, adiacenti al Santuario di San Giuseppe, che potrebbero essere sede del Seminario.

Rintracciato telefonicamente il Presidente della Provincia, Cataldo Salerno, euforico, fa sapere che richiederà, oggi stesso, al Santo Padre una speciale benedizione per la popolazione di tutta la provincia di Enna, e che quanto prima si adopererà per l’apertura di una facoltà di Teologia presso l’Università Kore di Enna.



TESTO PUBBLICATO IL 1 APRILE 2006

Check Also

La normalizzazione delle acque rupestri in tutta la provincia partirà dal territorio di Assoro

L’Ente gestore dell’acqua ennese ha annunciato a tutti i comuni dell’ennese che a inizio maggio …