martedì , Novembre 30 2021

“Ho deciso, da domani … a dieta!”

dieta1Quante volte l’abbiamo sentito o detto, rimandando poi di giorno in giorno per mancanza di tempo e voglia. Fino ad oggi. La prova costume è imminente, non è più possibile rimandare. Niente vestiti o giubbotti sotto cui nascondersi, quasi rimpiangiamo il freddo: si scoprono gli altarini, la verità viene a galla.

Eccole lì sulla pancia e sui fianchi quelle abbuffate di panettone, sfogliatine, patatine, cioccolato…ormai è fatta. Sarà tardi per rimediare?

Ed ecco che i sensi di colpa ci obbligano ad imporci punizioni categoriche e limiti improbabili: catenaccio al frigorifero, acqua e aria. Si, sarà questa la nostra dieta.

Attenzione: non sono abitudini che potremmo rispettare a lungo però. Ci accorgiamo da soli che non bastano neanche a fornirci le energie necessarie ad affrontare la giornata. Al primo attacco di fame peggioreremmo ancor più la situazione mangiando qualsiasi cosa ci capiti, senza pensar più a quanto calorico sia. Molto presto abbandoneremmo il nostro digiuno forzato sconfortati e rassegnati moralmente per non esser riusciti nel nostro intento.

A questo punto bisogna realizzare di aver una cognizione sbagliata del termine dieta.

Dieta, dal greco dìaita = regime, stile, tenore di vita, è sinonimo di alimentazione corretta, sana ed equilibrata.

Alimentarsi correttamente vuol dire adottare una dieta che sia in grado di soddisfare i bisogni fisiologici dell’organismo di energia e nutrienti.

dieta2Per poter perdere peso dunque è semplicemente necessario ridurre la quantità delle calorie introdotte con l’alimentazione, rispettando però il corretto rapporto tra carboidrati proteine e lipidi. I digiuni o le diete squilibrate al contrario peggiorano la situazione: una volta interrotte causano un aumento di massa grassa (conosciuto come effetto yo-yo) e maggiore difficoltà per i successivi tentativi di dimagrimento.

La dieta va sicuramente personalizzata in base alle caratteristiche corporee individuali e al dispendio energetico giornaliero. A ciascuno la propria dieta insomma. Diventa palese l’inadeguatezza delle numerose diete che promettono dimagrimento per tutti indistintamente.

Per realizzare un’alimentazione sana ed equilibrata, tutti quanti però possiamo attenerci alla quantità di calorie e di principi nutritivi consigliati nei LARN ed alle linee guida stilate dall’INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione):

1. Controllare il peso e mantenersi sempre attivi

2. Più cereali legumi, ortaggi e frutta

3. Scegliere la qualità giusta dei grassi e limitane la quantità

4. Limitare zuccheri, dolci e bevande zuccherate

5. Bere acqua in abbondanza

6. Ridurre il sale

7. Ridurre o evitare bevande alcoliche

8. Variare le scelte a tavola

9. Attenzionare i bisogni specifici per le varie condizioni fisiologiche (gravidanza, allattamento, età scolare, adolescenza, menopausa, anzianità)

10. Garantire la sicurezza degli alimenti da consumare con le appropriate accortezze.

Siamo ciò che mangiamo, possiamo scegliere di cosa esser fatti!

Da domani… a dieta?

Dott.ssa Elena Barbarino

Enna-Elena-Barbarino

Check Also

L’idrogel che supporta la crescita di cellule tumorali a lungo termine

Un team di ricercatori dell’Istituto di nanotecnologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Nanotec) di Lecce, …