domenica , Aprile 18 2021

Cefalù città di Ruggiero: I segni della Festa

Cefalù Pantocratore-MileoL’Associazione “Cefalù Città di Ruggiero”, in occasione dei tradizionali festeggiamenti del SS.Salvatore ha promosso due progetti, con il Patrocinio del Comune di Cefalù, Assessorati alla Cultura e al Turismo, realizzati  da un gruppo di lavoro aperto agli operatori culturali della Città .

“Insomma – dice il Sindaco Rosario Lapunzina – un  “Cantiere della Festa”, con una identità creativa riconoscibile: nello studio, l’elaborazione e la realizzazione di eventi che possano dare forma al desiderio di contribuire alla salvaguardia e insieme alla attualizzazione del “prodotto culturale Festa”, identificativo- della nostra comunità. Annualmente i progetti  elaborati saranno presentati nell’ambito del programma dei festeggiamenti  del SS.Salvatore dal 2 al 6 agosto”.

“I festeggiamenti di quest’anno – dice don Cosimo Leone, Parroco della Basilica Cattedrale – cadono nell’Anno della Fede e nell’ottocentosessantacinquesimo anniversario dal completamento dell’opera musiva absidale, scelta come icona nel mondo da Papa Benedetto XVI. I valori religiosi e quelli artistico-storici si intrecciano e si incontrano sul terreno della contemporaneità, stimolando approfondimenti e nuovi ambiti di riflessione”.

Così, nel primo progetto, l’ inedita mostra d’arte (che si inaugura all’Annunziata a cura del gruppo “Professione, fede e cultura” nella Parrocchia Cattedrale) da giorno 2 agosto presenterà un’opera ritrovata di Saro Mileo, diventando occasione per un omaggio collettivo  al  Pantocratore che ispirò il pittore cefaludese scomparso nel 1982 . La mostra verrà inaugurata subito dopo la cerimonia di dispiegamento della Bandiera che, come tradizione, darà l’inizio ai festeggiamenti.

Il Premio Ruggiero II giunge invece alla IV edizione, e  quest’anno aggiungerà, all’albo d’oro della manifestazione che ha visto premiati  anche Mons. Crispino Valenziano, Don Liborio Asciutto e il Maestro Diego Cannizzaro, l’autorevole nome del cittadino onorario Prof. Amedeo Tullio, archeologo, da anni attento studioso delle origini della Città.

La cerimonia del conferimento, che si terrà alle ore 20.00 nella terrazza del  museo Mandralisca, si arricchirà  della Lectio Magistralis del Prof. Tullio su “Indagini archeologiche e preesistenze nell’area del Duomo di Cefalù”, dove ha effettuato importanti scavi archeologici. La conferenza sarà preceduta da una comunicazione dell’architetto Salvatore Curcio: Il Duomo di Cefalù – Elementare e Complesso.

Il programma del progetto “Cefalù Città di Ruggiero” continua sempre venerdì 2 agosto all’interno del Duomo di Ruggiero II  dove avrà luogo l’evento a cura di: Basilica Cattedrale – Uffici diocesani per la Liturgia, la Catechesi, le Comunicazioni sociali: “Il tuo Volto, Signore, io cerco”, contemplando “come i bambini” il volto del Pantokràtor di Cefalù.

Nel contesto di tale evento sarà presentato il libro”Il sogno di Ruggiero” di Daniela Mendola con illustrazioni di Sergio Marino. L’opera per le edizioni Marsala ha ottenuto l’importante riconoscimento del logo dell’Annus Fidei. Il libro vuole raccontare ai più piccoli la storia della Cattedrale di Cefalù, concentrandosi molto sullo sguardo del Cristo Pantocratore.

Il secondo progetto :”I Segni della Festa”. Suggestioni della Cefalù ritrovata

Nel tempo della festa l’anima secolare della Città aleggia nell’aria. La puoi riconoscere in tanti piccoli gesti, suoni, colori…Così affiorano i ricordi, si scoprono appartenenze, fili abilmente intessuti dal tempo, legami che svelano un’empatia colma di misticismo.

“Il nostro progetto – dice il direttore artistico Giovanni Biondo – è quello di affiancarci a questi ultimi testimoni con gli strumenti della consapevolezza e dello studio finalizzato alla ricerca  delle fonti. Da qui l’approfondimento critico, col fine di agevolarne la conservazione, la tutela e  la salvaguardia. Operiamo animati dal naturale desiderio che tali segni caratteristi della festa, e quindi della nostra comunità, possano rimanere  attuali nel tempo.

Sabato 3 Agosto per il progetto “I Segni della Festa” segnaliamo la visita guidata alle edicole votive del centro storico a cura di Rosalinda Brancato con partenza da piazza Garibaldi alle 19.00″.

Lo spiegamento della bandiera di giorno 2, la novena in dialetto cefaludese (che comincia il 28 luglio nel quartiere della Giudecca e che prima si recitava a ridosso degli scogli), la ‘ntinna a mari’, le edicole votive addobbate per la festa e tutta la  produzione artistica legata al festino (come la realizzazione delle bandiere per il palo della ‘ntinna a mari’, o per le bandiere da esporre sul Duomo), sono “segni” della festa; alcuni  più evidenti, altri al contrario ormai quasi in ombra, sfumati e appena appena tangibili. Alcuni di questi segni, che meritano più rispetto e attenzione,  resistono  grazie alla perseveranza di pochi concittadini come il gruppo spontaneo della Giudecca, che ha ripreso con gioia la “Novena”.

 

Foto: Cristo Pantocratore olio su tela, particolare -Saro Mileo (11.4.1907 – 23.2.1982)

Check Also

Mare caldo e anomalie atmosferiche favoriscono i tornado italiani

Pubblicato su Atmospheric Research un recente studio dall’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del …