giovedì , Aprile 22 2021

Intidimazioni al sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini

giusi nicolini lampedusaOggi una busta contenente una polverina bianca con lo scritto antrace è stata fatta recapitare al Sindaco di Lampedusa, questo ha causato un allarme generale e la chiusura degli uffici comunali in attesa di conoscere il risultato degli analisi. Il Circolo del Partito Democratico di Lampedusa dopo l’ennesimo atto intimidatorio subito dal Sindaco Giusy Nicolini, chiede l’intervento della Procura della Repubblica di Agrigento.

Non possiamo più assistere a personaggi che con l’arroganza, la violenza, la prepotenza e il mal’affare vorrebbero destabilizzare le regole civili e democratiche stabilite dal Sindaco Giusy Nicolini.

Dal Maggio 2012 a Lampedusa il clima è cambiato finalmente si respira aria di legalità, chi si era abituato ad un sistema corrotto e illegale oggi deve fare i conti con la realtà e rendersi conto che indietro non si torna più, anche se non ci sarà più questo Sindaco non si ritornerà più indietro il vento della legalità soffia forte e nessuno lo può più fermare. Facciamo appello ai lampedusani cittadini per bene, onesti e lavoratori, ha respingere con forza ed isolare chi fomenta le piazze con calunnie e chi per interessi ben precisi continua ha delegittimare il Sindaco e le istituzioni.

Questi sono anche i risultati di un gruppo bene identificato attraverso Facebook che dal primo giorno che è stata eletta Sindaco di Lampedusa Giusy Nicolini continua a diffondere notizie calunniose , destabilizzanti e false nei confronti dello stesso Sindaco e dell’Amministrazione diffondendo odio, razzismo e fomentando violenza e disprezzo.

Nei giorni scorsi sono stati incendiati i locali della scuola media, alcune settimane fa il Sindaco veniva minacciato di morte immagini riprese e trasmesse in diretta da una troupe del tg 2 mentre alcuni facinorosi con atti violenti prendevano a calci e abbattevano la porta d’ingresso del Comune, scaraventavano a terra una libreria e sfondavano con calci e pugni alcune porte interne.

Questi fatti inquietanti non possono rimanere coperti da nessuno. Come Pd chiediamo una presenta attiva dello Stato e invitiamo i cittadini a ribellarsi.

Intanto abbiamo chiesto ai parlamentari nazionali del Pd di attivarsi immediatamente non solo per proteggere il Sindaco ma soprattutto per liberare Lampedusa da questi minuscoli gruppi criminali che con arroganza e prepotenza vorrebbero intimidire e destabilizzare le istituzioni.

Rosario Crocetta, Presidente della Regione Siciliana:

“Non e’ dato sapere quali saranno le conclusioni che emergeranno dall’esame della busta inviata a Giusi Nicolini, solo che tale elemento non aggiunge nulla all’idea che mi sono fatto parlando con Giusi, durante la mia recente visita dell’isola. L’idea che la Nicolini rischia veramente grosso, perché ha toccato e sta toccando i nervi, interessi e poteri forti che si oppongono allo sviluppo equilibrato ed eco sostenibile dell’isola, e che vorrebbero avere mano libera. Giusi ha scelto la battaglia per far crescere l’isola e i risultati lusinghieri dello sviluppo turistico di quest’anno, dimostrano che ha ragione. La Regione Siciliana e’ accanto a lei in questa grande lotta, con la consapevolezza che Giusi vá sostenuta da tutte le istituzioni. Le minacce che ha ricevuto circa un mese fa, quando addirittura le televisioni hanno potuto registrare dal vivo una frase minacciosa durante una manifestazione, non possono essere sottaciute e credo vadano prese, anche alla luce dei fatto odierni, con la necessaria serietà. Nessuno si illuda che non abbiamo capito il gioco o che Giusi sia isolata. Accanto al sindaco di Lampedusa c’e’ l’opinione pubblica siciliana, nazionale e internazionale e credo ci sarà la solidarietà di quanti ancora vorranno scegliere l’isola per le proprie vacanze, un’isola diventata simbolo di pace”.

“Sono al fianco di Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa, per il vile atto intimidatorio subìto”. Lo dice il senatore Giuseppe Lumia, capogruppo del Pd in Commissione giustizia, commentando la notizia della busta con la scritta “Antrace” contenente polvere bianca recapitata presso il Comune di Lampedusa. “Giusi Nicolini – aggiunge – sta portando avanti un prezioso lavoro sul piano dell’accoglienza ai migranti, della tutela del territorio e della salvaguardia dell’ambiente, che probabilmente dà fastidio a qualcuno. Chiunque pensi di bloccare o rallentare questo percorso sappia che troverà la dura reazione delle istituzioni e dei cittadini che credono nella legalità e nello sviluppo”.

Check Also

Luce e nanoparticelle per una catalisi ‘verde’

Uno studio condotto da Cnr, Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Bologna e …