giovedì , Ottobre 21 2021

“Vernissage” con vetture nel corso principale AL 2° slalom città di Serradifalco

Fabio Peraino (Radical Prosport Suzuki)Serradifalco – Giornata tutta dedicata alle consuete verifiche tecnico-sportive, quella odierna, per i 96 piloti iscritti al 2° Slalom Città di Serradifalco, competizione automobilistica in programma, anzi già entrata nel vivo oggi, sabato 28 e domani, domenica 29 settembre, sui 2,9 km del particolare tracciato ricavato lungo la strada statale 122 in direzione di San Cataldo e Caltanissetta, capoluogo dal quale Serradifalco dista solamente 25 chilometri. La rinnovata sfida tra i birilli, immersa in un territorio ricco di tradizioni culturali e minerarie, con particolare riferimento ai giacimenti di zolfo e sali potassici, costituirà la nona prova del campionato siciliano Slalom, tuttavia attribuirà pure punti pesanti per lo Challenge Palikè 2013, del quale rappresenta l’ottava tappa stagionale.

Come detto saranno le cosiddette “punzonature” delle vetture partecipanti alla kermesse a monopolizzare oggi (sabato 28 settembre) le attenzioni degli appassionati di motori e degli addetti ai lavori. Le verifiche sportive si svolgeranno dalle 15 alle 19.30, negli uffici del Comune di Serradifalco, mentre quelle tecniche articolate invece dalle 15.30 alle 20, saranno ospiti nella centralissima via Cavalieri di Vittorio Veneto, nelle immediate adiacenze del citato Palazzo di città. Sempre questa sera, immediatamente dopo la conclusione delle verifiche per i piloti e le auto da corsa, con inizio alle 20, è in programma la presentazione ufficiale del 2° Slalom Città di Serradifalco a stampa ed autorità locali, ancora in via Cavalieri di Vittorio Veneto, tra due presumibili ali di folla curiosa. Nel contesto, le vetture più significative e potenti partecipanti alla competizione verranno esposte ai margini della sede stradale, in una sorta di “vernissage” tutta da ammirare dagli appassionati locali e siciliani che interverranno per una passeggiata nel “cuore” del paese nisseno.

Il 2° Slalom Città di Serradifalco si disputerà come detto domani, domenica 29 settembre, sul veloce e convincente tracciato ricavato alle porte del paese, della lunghezza globale pari a poco meno di 3 km (2,900 km per essere esatti), articolato lungo un segmento della strada statale 122 che, dalla periferia di Serradifalco, porta fino a San Cataldo ed a Caltanissetta. Il percorso prescelto dagli organizzatori è compreso tra il km 45,100 ed il km 48, in direzione del capoluogo nisseno, in presenza di tredici postazioni di rallentamento con i birilli, che i concorrenti dovranno affrontare prima di completare la prova.

La partenza della prima vettura (per quest’anno non è prevista la ricognizione del percorso), è fissata per le 9, con chiusura al transito veicolare del segmento di gara fissata per le 7, sempre di domani. Il 2° Slalom Città di Serradifalco è articolato quest’anno su tre manche, con il parco chiuso individuato sempre in via Cavalieri di Vittorio Veneto, davanti al Municipio. La direzione gara è di competenza dell’ennese Lucio Bonasera. I vincitori riceveranno il loro premio sul palco allestito nella villa comunale, di nuovo in via Cavalieri di Vittorio Veneto, ad apertura del parco chiuso.

A curare come sempre in prima persona ed in tutta sicurezza l’aspetto organizzativo sarà come sempre il Team Palikè Palermo, con l’esperienza trentennale in possesso di Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario e Roberto Cirrito. A collaborare con il consueto entusiasmo sul territorio il sodalizio con base nel capoluogo di regione, sarà ancora il Serradifalco Team Racing, associazione sportiva dilettantistica nata nel 2008 e divenuta scuderia da poche settimane, che vede tra i suoi principali animatori il presidente Leonardo Agnello ed il vice presidente Gioacchino Lombardo, unitamente al consigliere Marcello Palermo. A rivelarsi fondamentale, in questo caso, è il patrocinio assicurato anche quest’anno dal Comune di Serradifalco, con in testa il sindaco Giuseppe Maria Dacquì.

Ben otto i piloti candidati seriamente a lottare per la vittoria assoluta nel 2° Slalom Città di Serradifalco. Su tutti è il vincitore della passata edizione della gara, quella del debutto, il forte catanese (nativo di Adrano) Mimmo Polizzi, il quale non ha voluto far mancare il suo sostegno alla gara nissena. Polizzi (che quest’anno vanta tre successi assoluti personali, l’ultimo dei quali colto proprio domenica scorsa a Castell’Umberto, nel Messinese), avrà a disposizione la sua performante Elia Avrio ST09 Evo Suzuki 1.0 schierata dalla Cubeda Corse Catania, aggiornata con gli ultimi dettagli tecnici. Anche il trapanese Andrea Raiti vanta medesime chance di successo. Il forte specialista di Buseto Palizzolo (fresco del suo terzo titolo di campione siciliano assoluto Slalom) è colui che quest’anno ha conquistato più vittorie, cinque tutte in Sicilia e che a Serradifalco correrà per la prima volta, al volante dell’agile Radical SR4 Suzuki iscritta dalla Catania Corse. Altro “feroce” pretendente al successo di tappa sarà l’altro trapanese Giuseppe Gulotta, già due volte campione italiano Slalom Under 23. Il ventiquattrenne velocissimo specialista di Buseto Palizzolo punterà a Serradifalco al secondo successo stagionale (meno di un mese addietro si è imposto a Novara di Sicilia, al suo rientro dopo un anno e mezzo di assenza), con la Osella PA 21S Honda. Quarto candidato al gradino più alto del podio sarà il palermitano (di Marineo) Fabrizio Minì, atteso ad un pronto riscatto dopo la sfortuna patita nelle ultime gare, quando è stato spesso e malvolentieri rallentato da noie meccaniche alla sua Radical Prosport Kawasaki della Catania Corse.

Ma uguale voglia di vittoria assoluta la nutrono anche il trapanese Fabio Peraino (già campione siciliano Slalom uscente), quest’anno non troppo fortunato con la sua Radical Prosport Suzuki con i colori della Catania Corse, il messinese Francesco Schillace, che a Serradifalco piloterà la sua nuova arma, la rinnovata Elia Avrio ST09 Evo Suzuki per la Tm Racing Messina (già vista al debutto a Novara di Sicilia) e i catanesi (entrambi nativi di Adrano) Carmelo Leanza, che disporrà del medesimo prototipo Ncl Suzuki da lui stesso assemblato (con il quale ha colto un brillante 2° posto assoluto domenica scorsa a Castell’Umberto) e Turi Caruso, alla sua seconda uscita nel giro di un mese con la sua Elia Avrio ST09 Suzuki Catania Corse.

Tra i numerosi “outsider”, non mancherà il “veterano” trapanese Nicolò Incammisa, già terzo assoluto lo scorso anno. Il pilota di Custonaci, pure lui in gara per la Catania Corse, porterà nel centro Sicilia la sempre ammirata Osella PA 21S Honda. Tra gli altri “driver” in evidenza, figurano l’altro giovane busetano Giuseppe Castiglione (al volante della velocissima Ghipard Suzuki 1.0), il trapanese (di Alcamo) Dino Blunda, nell’abitacolo della raffinata monoposto sudafricana Speads RM 08 Suzuki 1.0, il ragusano (nato a Modica) Giuseppe Spadaro, su Radical SR4 Suzuki de La Contea Racing, l’agrigentino (originario di San Biagio Platani) Giuseppe Bellomo, quarto assoluto a Serradifalco nel 2012, anche lui al volante di una Radical SR4 Suzuki, il catanese (di Aci Sant’Antonio) Davide Miraglia, su Formula Gloria B5 Yamaha, Catania Corse e l’altro messinese Salvatore Giunta, con la “pepata” Fiat 126 Max Suzuki a guida centrale, per la Tm Racing.

Nutritissima, come facilmente intuibile alla vigilia, la partecipazione dei piloti della provincia di Caltanissetta. In veste di capofila della pattuglia saranno i sancataldesi Modesto Sollima (Peugeot 205 Rallye, per Catania Corse), Maurizio Anzalone (Renault Clio Rs K, con i colori del Motor Team Nisseno), rispettivamente al terzo e al quarto posto assoluti nella graduatoria generale provvisoria dello Challenge Palikè e Lillo Sollima (Peugeot 205 Rallye, per il Motor Team Nisseno), nonché il diciannovenne talento di Caltanissetta Salvatore Miccichè, con la Radical SR4 Suzuki con la quale ha appena partecipato alla 59a Coppa Nissena (pure lei ‘griffata’ Motor Team Nisseno), il “sempreverde” Michele Guarino, di Caltanissetta, sulla Peugeot 205 Rallye, sempre schierata dal sodalizio del capoluogo presieduto da Nicola Vullo e il mussomelese Stefano Messina, al volante di una Fiat Uno Turbo i.e. Tra le Autostoriche sfida tutta nissena, tra i velocissimi Rino Giancani (Fiat 127 Giannini, Motor Team Nisseno) e Fabrizio Gioè (Porsche 911 Sc) ed il più esperto Michele Castellano, con la rivista A112 Abarth, anche lei con i colori del Motor Team Nisseno.

Toccherà invece al presidente del Serradifalco Team Racing, Leo Agnello (Peugeot 106 Xsi) ed ai soci consiglieri e piloti Marcello Palermo (Peugeot 205 Rallye, campione regionale in carica per il gruppo FN, per lo Challenge Palikè), Gioacchino Lombardo (A112 Abarth), Lillo Tulumello (A112 Abarth) e Davide Migliore (Citroen Saxo Vts) tenere alti, tra gli altri, i colori della Serradifalco dei motori. All’esperto nisseno Beppe D’Anca è stato affidato il delicato ruolo di “apripista”, sulla sua Osella PA 20S Bmw 2.5.

Lo Challenge Palikè 2013 si è nel frattempo arricchito con un nuovo appuntamento, il nono ed ultimo, almeno per quest’anno. La stagione slalomistica del sodalizio palermitano si chiuderà infatti con una trasferta sul suolo calabrese, in occasione dell’ottavo Slalom Santo Stefano-Mannoli (il tracciato ricalca parte del mitico percorso che fu della cronoscalata Santo Stefano-Gambarie), in programma per i prossimi 5 e 6 ottobre nel comune sito in provincia di Reggio Calabria, ai piedi dell’Aspromonte. A collaborare il Team Palikè nell’organizzazione della corsa sarà per l’appunto la locale scuderia Aspromonte. Le iscrizioni potranno pervenire sino alla mezzanotte di lunedì 30 settembre.

Check Also

Nano-convertitori ottici ultraveloci comandati dalla luce

La nuova tecnologia ideata dai ricercatori degli istituti di Nanoscienze (Nano) e di Fotonica e …