venerdì , Settembre 24 2021

Biennale ceramica Caltagirone a supporto di Siracusa a capitale europea della cultura 2019

ceramica caltagironeCaltagirone. Fa parte dei 21 “Progetti bandiera” selezionati su ben 122 pervenuti per comporre il vasto programma previsto a supporto della candidatura di Siracusa e del sud-est a capitale europea della cultura 2019, la “Mostra internazionale delle ceramiche di artigianato e arte della frontiera d’oriente: dalla Bulgaria al Maghreb”, ideata e progettata da Domenico Amoroso, direttore dei Musei civici “Luigi Sturzo” di Caltagirone, quale edizione straordinaria della storica Biennale della ceramica.

Lo prevede il dossier presentato nei giorni scorsi a Siracusa e consegnato dal sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo e dall’assessore alle Politiche culturali Alessio Lo Giudice ai rappresentanti degli enti coinvolti nel progetto. Si tratta di 19 comuni, due province regionali, un distretto turistico, oltre a soggetti istituzionali e privati, locali, nazionali e bulgari, associazioni culturali, professionalità di profilo nazionale ed internazionale. Il programma complessivo prevede investimenti, non solo culturali ma anche infrastrutturali, per 2 miliardi 382 milioni di euro, coperti da entrate provenienti dal settore pubblico per il 99 per cento, e la rimanente quota da capitale privato. Entro la fine di quest’anno un apposita giuria composta da tredici componenti, sette dei quali nominati dall’Unione Europea e sei dall’Italia, indicherà una rosa di città che avranno superato la pre-selezione. Il 1 gennaio 2015 avverrà l’ufficializzazione della Capitale europea della cultura 2019. In ogni caso per le città candidate, e soprattutto per quelle che avranno superato la prima selezione, si tratterà, come è stato sottolineato nel corso della presentazione, di un’occasione unica di programmazione e di visibilità promozionale internazionale.

Il sindaco di Caltagirone Nicola Bonanno evidenzia “il ruolo significativo di Caltagirone nel distretto sud-est, le peculiarità di un progetto che, sia pure di respiro internazionale, è saldamente ancorato alla tradizione ceramica della nostra cittadina, la capacità ideativa e progettuale dimostrata da Caltagirone e riconosciutale nel contesto di una sfida che pone la cultura come collante territoriale e il territorio come cantiere di produzione e di innovazione”.

Check Also

Il cervello a riposo? Ottimizza le proprie prestazioni future

Quando siamo a riposo, ossia nel sonno o in assenza di compiti particolari, il nostro …