mercoledì , Maggio 22 2024

Fondazione Presti Fiumara d’arte: Il rito della Luce 2013 – Solstizio d’inverno

Fondazione Presti Fiumara d’arteDiecimila studenti partecipano al Rito della Luce-Solstizio d’inverno che quest’anno Librino consegna alla città. Il Rito sarà accolto al liceo Boggio Lera, in via Vittorio Emanuele 346, nei giorni 19, 20, 21 e 22 dicembre 2013 dalle ore 18:30 alle 22.

L’evento sarà presentato giovedì 5 dicembre alle ore 10,30 nell’aula magna del liceo Boggio Lera (ingresso da via Quartarone).

Interverranno Antonio Presti, presidente della Fondazione Fiumara d’Arte; il Commissario straordinario della Provincia Regionale di Catania, dott.ssa Antonella Liotta; il sindacoEnzo Bianco; il dirigente scolastico del liceo Boggio Lera, Giusy Lo Bianco; il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Campanella Sturzo di Librino, Lino Secchi, che lo scorso anno ha ospitato il Rito della Luce nella sua genesi; il dirigente scolastico del liceo artistico Lazzaro, Giuseppe Sciuto, che lo ospiterà l’anno prossimo; l’artista Daniela Orlando; l’attore Agostino Zumbo.

Cinquanta scuole di ogni ordine e grado, 10.000 studenti, 250 artisti, 40 poeti, 30 associazioni, 40 fotografi, 200 musicisti, 10 gruppi etnici hanno accolto l’invito della Fondazione Fiumara d’Arte e di Antonio Presti.

Il Rito della Luce è un percorso di suggestioni e immagini; un percorso nella bellezza, intesa come momento essenziale di elevazione dalle semplici passioni umane. Per quattro giorni l’antico liceo cittadino accoglierà l’arte nei suo vari linguaggi come momento di condivisione e conoscenza.

Nel solstizio d’inverno, giorno in cui la luce raggiunge lo Zenit ai Tropici e nel nostro emisfero, quello boreale, si registra la giornata più corta dell’anno. Ma il giorno seguente la luce trionfa sul buio e dalla fine si torna al principio: la luce è, quindi, simbolo di ri-nascita circolare, un’occasione unica per ribadire che bisogna guardare sempre oltre e andare verso una nuova vita.

Il Rito della Luce-Solstizio d’inverno lo scorso anno ha avuto la sua genesi nel cuore di Librino, quartiere periferico della città, dove la Fondazione Antonio Presti – Fiumara d’Arte da oltre quindici anni dedica il proprio impegno sociale e culturale, un quartiere che ha trovato nell’arte e nella poesia il suo nutrimento per la rinascita. È lo stesso viaggio che prosegue verso il centro della città di Catania. Un viaggio realizzato per e con gli studenti delle scuole del nostro territorio che si confrontano attraverso il nobile strumento dell’arte. Per loro e con loro si organizza Il Rito della Luce che segna l’inizio di una nuova epoca, in cui il valore spirituale, della conoscenza e della cultura vincono sul buio del consumismo e sulla caduta dei valori etici e morali.

I giovani di Librino hanno compreso così che la conoscenza è il valore più potente della nostra società contemporanea, un valore che si alimenta, valorizza, cresce e si amplifica nella “condivisione”. I giovani scelgono la cultura e il sapere diventando consapevolmente testimoni e protagonisti di un nuovo percorso. È proprio nella consegna della conoscenza l’anima del Rito.

Check Also

La strategia di sopravvivenza dei coralli tropicali al clima che cambia

Studi condotti dal Consiglio nazionale delle ricerche su esemplari di coralli tropicali hanno permesso di …