domenica , Maggio 16 2021

Catania. Ipab Monsignor Ventimiglia “Presepio artistico siciliano”

PresepeSi avvicina il Natale e, come ogni anno, all’Ipab Monsignor Ventimiglia di Catania, torna l’appuntamento con il Presepio artistico a grandezza naturale.

Realizzata negli anni dagli ospiti della casa di riposo, in collaborazione con l’Unicef e con l’associazione “Amici del Presepe”, e ambientata nella Sicilia della fine dell’Ottocento, tra scene di vita popolare, antichi mestieri e botteghe artigiane, l’opera attira ogni anno centinaia di visitatori, richiamati dalla sua grandiosità e dalla cura dei dettagli che conferiscono alla scena una dinamicità unica. Sette gli ambienti in cui si sviluppa, ognuno ricreato in ogni piccolo particolare.

“Il Presepio a grandezza naturale è una delle più apprezzate e importanti opere che sono state realizzate nel nostro istituto – afferma il presidente della storica casa di riposo, Federico Aquilotti – e che fanno di questo luogo un ambiente carico di storia e di memoria. Ogni anno sono tantissime le scuole che vogliono visitarlo – aggiunge – così come i cittadini, a testimoniare l’importanza del recupero della tradizione”.

Un appuntamento imperdibile, dal grande impatto storico e culturale, che consente a ogni visitatore di fare un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo e riscoprire scene di vita popolare.

All’inaugurazione del Presepio a grandezza naturale,che si terrà venerdì 6 dicembre, alle ore 12,00, presso il locali dello storico istituto, saranno presenti l’assessore alle Politiche sociali, Fiorentino Trojano, il presidente del Comitato Unicef di Catania, Vincenzo Lorefice, il deputato regionale Marco Forzese e, naturalmente, il presidente dell’Ipab Monsignor Ventimiglia Federico Aquilotti.

Sarà aperto al pubblico fino al 6 Gennaio 2013, escluso i festivi, la mattina dalle 10 alle 12.30 e il pomeriggio dalle 15 alle 17.30.

Check Also

Luce e nanoparticelle per una catalisi ‘verde’

Uno studio condotto da Cnr, Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Bologna e …